Corte Conti: Viale, per ministero sesti per livelli Lea

 "La qualità della sanità ligure è misurata dal Ministero della Salute con le griglie Lea. Secondo il Ministero nel 2018 siamo stati la seconda miglior regione italiana per progressi della tabella nazionale dei Livelli essenziali di assistenza rispetto all'anno precedente, piazzandoci così al sesto posto a livello nazionale". Così l'assessore alla Sanità Sonia Viale stasera a Genova risponde alle osservazioni della Procura regionale della Corte dei conti espresse nel corso del giudizio di parifica sul rendiconto 2019 dell'ente circa l'alto debito accumulato e nel contempo la medio-bassa qualità dei servizi della sanità ligure.
    "Penso che il Ministero della Salute abbia strumenti più appropriati per valutare la qualità in sanità rispetto a quelli della Corte dei Conti. - commenta Viale - Sulla tenuta dei bilanci è certamente importante che la sanità contenga il disavanzo, ma la cura delle persone ma non può essere una semplice attività ragionieristica: togliere posti letto e chiudere ospedali può far quadrare i conti, ma significa togliere servizi. La nostra scelta politica è stata quella di non chiudere neppure un ospedale e fare innovazione tecnologica.
    Anche per quel che riguarda i rilievi sui dati economici non possiamo non rilevare che il trend relativo ai disavanzi sia in discesa attestandosi sul consuntivo 2019 su un valore pari a 53 milioni di euro in riduzione rispetto al valore del quarto trimestre 2019". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie