Liguria

Secondo morto tra operatori Rsa Genova

Uil si costituirà parte civile

 Seconda morte a Genova tra gli operatori sociosanitari in servizio nelle Rsa, ambienti fragili per il contagio da coronavirus. Nei giorni scorsi era morto un infermiere di 61 anni della Rsa Valpolcevera, Marco Offredi ed è di oggi la notizia della morte di un operatore socio sanitario della Rsa San Camillo, Pedro Garcia, 59 anni. Lo rende nota la Uil. "Dopo disperati appelli alla struttura, alle istituzioni regionali e alla Prefettura, non possiamo accettare questa morte come se fosse una tragica fatalità - dicono Mario Ghini e Riccardo Serri, segretari generali Uil Liguria e Uiltucs Liguria - La Uil si costituirà parte civile su questa vicenda che è un esempio di come i soggetti citati hanno affrontato l'emergenza nelle Rsa della Liguria. Abbiamo chiesto con forza che si mettesse mano alla mancanza di misure di sicurezza personale, lo abbiamo chiesto a più livelli ma gli operatori socio sanitari e gli ausiliari sono stati mandati al fronte disarmati. Qualcuno dovrà pagare. Non si pensa alla vita degli addetti ma a fare profitto".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        MyWay Autostrade per l'Italia

        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie