Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Memoria e impegno con lo sport, iniziativa di Libera a Roma

Memoria e impegno con lo sport, iniziativa di Libera a Roma

A Terme Caracalla si corre con pettorale nomi vittime mafie

ROMA, 24 febbraio 2024, 14:02

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Memoria e impegno attraverso lo sport. Di corsa verso il 21 marzo Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che si svolgerà a Roma. Stamattina convocati da Libera, insieme agli enti di promozione sportiva della sua rete ( ACSI,CSI, UISP, US ACLI) e una rappresentanza degli atleti Special Olimpics, studenti, semplici cittadini, bambini, genitori, minori della giustizia riparativa del progetto nazionale "Amunì, familiari delle vittime innocenti delle mafie si sono dati appuntamento presso presso lo Stadio Nando Martellini di Roma per un giro di pista, di cammino o di corsa, in ricordo alle vittime innocenti delle mafie da fare col cuore, anzi… col còre. Correndo con un pettorale "particolare" dove al posto del numero di gara c'era il nome e cognome di una vittima innocente delle mafie.
    "Correre indossando un pettorale con coi nomi e cognomi delle donne e degli uomini uccisi dalle mafie - commenta Lucilla Andreucci, ufficio di presidenza di Libera- rappresenta un'opportunità di memoria, una testimonianza e un segno concreto di riconoscenza verso le oltre 1000 vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell'ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, bambini e bambine, esponenti politici e amministratori morti per mano delle mafie solo perché, con rigore, hanno compiuto il loro dovere. Quei nomi stamattina sono tornati "in pista" sul petto e nelle gambe di cittadini, giovani, e bambini per percorrere una memoria viva, per non dimenticare che dietro ogni nome, c'è una vita da ricordare, una storia da raccontare, una speranza da coltivare." L'iniziativa rientra nei 100 passi verso il 21 marzo, la Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, promossa da Libera, che si svolgerà a Roma con un corteo che partirà da Piazza Esquilino ,attraverserà le strade della Capitale per concludersi al Circo Massimo dove saranno letti i nomi delle oltre 1000 vittime innocenti delle mafie.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza