Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Orgoglio e Pregiudizio, il cinema queer storico e contemporaneo

Orgoglio e Pregiudizio, il cinema queer storico e contemporaneo

L'argentino Marco Berger a rassegna Nuovo Olimpia a Roma

ROMA, 22 febbraio 2024, 17:25

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Dal 25 marzo al Cinema Nuovo Olimpia di Roma, Circuito Cinema presenta "Orgoglio e pregiudizio", rassegna cinematografica curata da Cesare Petrillo e Simone Ghidoni dedicata al cinema queer storico (1961-1987) e contemporaneo (dal 2007 a oggi). Particolare attenzione sarà dedicata al regista argentino Marco Berger, premiato nel 2011 al Festival internazionale del Cinema di Berlino per il miglior film a tematica Lgbt, che sarà presente in sala nei giorni lunedì 1, martedì 2 e mercoledì 3 aprile per incontrare il pubblico e raccontare i suoi film Un rubio, Plan B, Taekwondo, Hawaii, El cazador, Los agitadores, Ausente, mai usciti al cinema in Italia.
    La rassegna "Orgoglio e pregiudizio" nasce infatti dalla necessità di dare spazio a titoli eccellenti che per ragioni di mercato e culturali non trovano distribuzione nel nostro paese.
    In più di un mese di programmazione saranno proiettate oltre venticinque opere inedite e film che a partire dagli anni Sessanta fino alla metà degli anni Ottanta hanno fatto da spartiacque: da Quelle due di Wyler e Domenica maledetta domenica di Schlesinger fino a My Beautiful Laundrette.
    Tra i recuperi eccellenti i primi film, inediti, di Céline Sciamma e Robin Campillo, oggi nomi di richiamo ma un tempo relegati al mondo underground.
    Inoltre il primo americano apertamente lesbo, Desert Hearts (1985), il debutto dirompente di Dee Rees (Pariah, 2011), titoli che arrivano dall'America del Sud (i brasiliani Flores raras, Hoje eu quero voltar sozinho) e dall'Europa.
    Infine la scoperta di un grandissimo autore, Marco Berger, argentino, classe 1977. Il tema gay è centrale in tutta l'opera di questo regista che viaggia per il mondo con le sue storie mozzafiato, ma in Italia non ha trovato ancora una sua casa.
    Dall'opera di esordio (Plan B) all'ultimo film (Los agitadores), Berger mette a fuoco storie di uomini contemporanei nella loro nudità, morale e fisica. La scoperta suggestiva di un mondo, l'Argentina contemporanea, attraverso una parte di una società fino a poco tempo fa intrappolata in un modello maschile latino, virile, invulnerabile.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza