Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Maurizio Pollini torna a Roma, il 17 aprile a Santa Cecilia

Maurizio Pollini torna a Roma, il 17 aprile a Santa Cecilia

Il grande pianista con Schoenberg, Nono, Chopin

ROMA, 27 febbraio 2023, 16:17

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Maurizio Pollini torna il 17 aprile a Roma per un attesissimo concerto a Santa Cecilia. Il grande pianista, dopo un anno di assenza e molti concerti in giro per il mondo, salirà alle 20:30 sul palcoscenico dell' Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone per proporre brani di Arnold Schönberg, Luigi Nono e Frederick Chopin, autori a lui molto cari. Per il pubblico della capitale sarà l' occasione per ascoltare uno dei maggiori pianisti viventi, sulla breccia dal 1960, da quando, unico italiano di sempre, vinse a Varsavia il concorso Chopin che gli aprì la strada di una carriera leggendaria scandita da una ricca discografia. L' ultimo cd, uscito alla fine dello scorso anno per Deutsche Gramophone, contiene le Sonate op. 101 e 106 di Beethoven. Riflettendo sul lungo periodo di stop causato dal Covid Pollini ha detto: "Ho lavorato di meno, studiato di più, ascoltato molto. Mahler, le sinfonie […]. E naturalmente Boulez, Stockhausen, Nono". Di quest' ultimo, al quale è stato legato da un rapporto di amicizia, eseguirà 'Sofferte onde serene', per pianoforte e nastro magnetico, composto dal musicista veneziano nel 1976. "Gigi l'ha composto in un momento cupo per entrambi, l'ha dedicato a mia moglie Marilisa e a me - ha spiegato Pollini - .
    Lo suono da oltre 40 anni e ogni volta mi sorprende. La musica ormai ha preso il sopravvento su quell'antica tristezza". L' apertura del concerto è dedicata a Schönberg con i Tre pezzi per pianoforte op. 11 e i Sei piccoli pezzi per pianoforte op. 19.
    Infine, di Chopin, uno dei suoi "autori permanenti", proporrà la Mazurca op. 56 n. 3, la Barcarola op. 60, e lo Scherzo n. 1 op. 20. "Forse - disse di Chopin in passato - non vi è stato altro compositore che abbia scritto in maniera più congeniale per il pianoforte. È stato un anticipatore rimasto in qualche modo isolato: senza figli né padri se si si esclude la filiazione indiretta sugli autori del Novecento". I biglietti del concerto - da 30 a 60 euro - saranno in vendita dal 6 marzo.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza