Il tesoro ritrovato, l'oro dimenticato di Italia '90

Città di Marino trova in banca lingotti mai ritirati da Azzurri

(ANSA) - ROMA, 05 AGO - Dopo trent'anni torna alla luce a Marino 'l'oro dei Mondiali': cinquanta lingottini del prezioso metallo realizzati dal Comune per omaggiare la mitica Nazionale azzurra di Italia '90 che durante il torneo era ospite della cittadina in provincia di Roma. I lingottini però non furono mai ritirati dai giocatori e per tre decenni, fino a oggi, rimasero dimenticati in una cassetta di sicurezza. E ora in città si dibatte su come utilizzare l'inaspettato 'tesoretto'.
    A riportare alla luce la vicenda è stato il direttore del periodico di Frascati 'Il Tuscolo' Fabio Polli, intervistando durante il lockdown l'allora sindaco Giulio Santarelli, che a quanto pare scrisse anche al Quirinale per lamentarsi dello 'sgarbo' del ct Azeglio Vicini. Come racconta infatti oggi su Facebook l'attuale sindaco Carlo Colizza, trent'anni fa gli Azzurri erano ospiti di Marino: dormivano all'hotel Helio Cabala e si allenavano nello stadio Comunale. Il Comune allora fece realizzare dei lingottini d'oro da donare ai giocatori e allo staff. Vicini, però, non diede la disponibilità a ritirarli, spiega Colizza, e l''oro dei Mondiali' finì al sicuro in una banca cittadina.
    Da lì trent'anni di oblio. Qualcuno ora propone anche di organizzare un'asta per ricavarne il più possibile. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Muoversi a Roma



      Modifica consenso Cookie