Europa-Regioni: Corte Ue,sconto benzina Fvg non è infrazione

Respinto il ricorso della Commissione

(ANSA) - BRUXELLES, 14 GEN - Lo sconto sul prezzo dei carburanti per i residenti del Friuli Venezia Giulia non comporta una violazione della direttiva europea sulla tassazione dell'energia. Lo stabilisce una sentenza della Corte di giustizia Ue respingendo il ricorso della Commissione europea.
    Secondo i giudici di Lussemburgo, Bruxelles non ha potuto dimostrare che l'Italia abbia istituito una riduzione delle accise sotto forma di rimborso dell'imposta versata.
    Nel 1996 il Consiglio aveva autorizzato l'Italia ad applicare una riduzione dell'aliquota di accisa sulla benzina acquistata in Friuli Venezia Giulia, per contrastare la prassi di rifornirsi in Slovenia. La Commissione ha quindi proposto un ricorso per inadempimento, quando i residenti hanno continuato a beneficiare dello sconto anche dopo la scadenza dell'autorizzazione, il 31 dicembre 2006. La direttiva per i prodotti energetici stabilisce infatti aliquote di accisa minime e le eccezioni sono possibili soltanto se autorizzate.
    L'Italia ha però sostenuto che sarebbe impossibile ricondurre in modo oggettivo il contributo controverso alla componente accisa del prezzo dei carburanti in una regione caratterizzata dalla mancanza di infrastrutture. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa



      Modifica consenso Cookie