Anno giudiziario:Trieste ricorda agenti uccisi in sparatoria

Drigani,rischio paralisi giustizia. Pg, pericolo mafia in Fvg

(ANSA) - TRIESTE, 1 FEB - Con un minuto di silenzio osservato in memoria di Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, i due agenti uccisi nella sparatoria avvenuta in Questura a Trieste lo scorso 4 ottobre, è cominciata alla Corte di Appello di Trieste la cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario. "Penso - ha affermato il presidente della Corte d'Appello di Trieste, Oliviero Drigani - sia doveroso, in questa prima occasione ufficiale dopo ottobre, che si faccia un ricordo di quello che sono stati", perché non si perda la memoria di quanto accaduto. La cerimonia è proseguita con la relazione di Drigani, che ha ribadito il rischio di "un'oggettiva paralisi del funzionamento della giustizia" a causa della mancanza di personale amministrativo. A seguire il procuratore generale, Dario Grohmann, secondo il quale "continuano a registrarsi tentativi di infiltrazioni criminali di stampo associativo mafioso" in Fvg. "La ripresa economica e il rilancio turistico offrono occasioni", ma il "fenomeno si manifesta solo in modo sporadico".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa



        Modifica consenso Cookie