Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Volontari nel fango si innamorano e si trasferiscono a Forlì

Volontari nel fango si innamorano e si trasferiscono a Forlì

Lui veneto, lei lombarda, la scintilla nel post alluvione

BOLOGNA, 03 febbraio 2024, 14:49

Redazione ANSA

ANSACheck

Volontari nel fango si innamorano e si trasferiscono a Forlì - RIPRODUZIONE RISERVATA

Volontari nel fango si innamorano e si trasferiscono a Forlì -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Volontari nel fango si innamorano e si trasferiscono a Forlì - RIPRODUZIONE RISERVATA

Dal fango può sbocciare un amore. È la storia di un vigile del fuoco veneto e di una volontaria lombarda che si sono incontrati con la pala in mano mentre aiutavano i forlivesi a spalare il fango dopo le devastanti alluvioni dell'anno scorso: oggi il loro luogo del cuore è Forlì, dove hanno deciso di trasferirsi.

Cristina Nulchis, originaria di Vigevano, giunta in Romagna con l'associazione umanitaria Mama Yovò, e il padovano Andrea Pelizza, vigile del fuoco di stanza a Pordenone, arrivato a Forlì prima con la task-force attivata a seguito dell'emergenza, poi tornato più volte da volontario, hanno raccontato la loro storia d'amore in una puntata del programma tv "L'ora solare" su Tv2000 nei giorni scorsi e oggi a Qn-Resto del Carlino. A Forlì si sono scambiati il primo bacio ed è nella città romagnola che entrambi hanno scelto di vivere: Pelizza ha ottenuto il trasferimento lo scorso autunno e Nulchis, che nella vita fa la baby-sitter ed è una delle fondatrici di Mama Yovò ha deciso di rimanere nella città che la ospitava dal 27 maggio.

"È stata una scelta naturale - dichiara Cristina - quando Andrea ha cominciato a parlare di un possibile trasferimento a Vigevano, io mi sono opposta. Non volevo che fosse lui il solo a sacrificarsi, a rinunciare alla sua vita per venirmi incontro: doveva essere un nuovo inizio per entrambi. Forlì mi sembrava l'idea giusta, un modo per ricambiare l'accoglienza di cui ho goduto in questi mesi: sono tante le famiglie che mi hanno ospitata, io non mi sarei mai potuta permettere una sistemazione in hotel". Il loro luogo del cuore è "viale Bologna": "Quando l'ho visto per la prima volta - dice Andrea - non potevo credere ai miei occhi: ho scattato diverse foto per documentare il disastro che l'alluvione aveva provocato. Senza saperlo, ho fotografato tutti i luoghi in cui io e Cristina ci saremmo poi ritrovati assieme: è difficile da spiegare, sembrava tutto scritto".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza