Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Botte alla moglie per 15 anni, denunciato nel Reggiano

Botte alla moglie per 15 anni, denunciato nel Reggiano

Il Gip applica misure allontanamento e divieto di avvicinamento

REGGIO EMILIA, 28 febbraio 2023, 12:03

Redazione ANSA

ANSACheck

Schiaffi, pugni allo stomaco, ma pure molestie sessuali e minacce di morte con frasi come "piuttosto che pagarti gli alimenti, ti butto giù dal balcone". Tutto questo accadeva spesso anche davanti ai figli minori. Una donna ha denunciato 15 anni di violenze domestiche subite dal marito, un 42enne di origine straniera denunciato dai carabinieri di Montecchio Emilia, nel Reggiano, dove la coppia vive.
    L'uomo - che dovrà rispondere dell'accusa di maltrattamenti in famiglia aggravati - ora però ha dovuto lasciare la casa e non potrà più vedere la moglie dopo il provvedimento di natura cautelare emesso dal Gip del Tribunale di Reggio Emilia su richiesta della Procura.
    I militari hanno infatti eseguito l'applicazione delle misura di allontanamento dall'abitazione familiare e di divieto di comunicazione e di avvicinamento mantenendo una distanza di almeno 150 metri dalla vittima e dai luoghi da lei frequentati.
    Dopo la denuncia della donna è scattata l'urgenza dettata dal cosiddetto Codice Rosso. Gli inquirenti hanno ricostruito aggressioni fisiche e violenze psicologiche - la maggior parte per futili motivi come la cena servita in ritardo o il cambio di un canale in televisione - che andavano avanti dal 2008.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza