Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Alice Neri: nuove intercettazioni, l'udienza slitta

Alice Neri: nuove intercettazioni, l'udienza slitta

In tribunale a Modena al via l'incidente probatorio

MODENA, 15 febbraio 2023, 19:40

Redazione ANSA

ANSACheck

Alice Neri: nuove intercettazioni, l 'udienza slitta - RIPRODUZIONE RISERVATA

Alice Neri: nuove intercettazioni, l 'udienza slitta - RIPRODUZIONE RISERVATA
Alice Neri: nuove intercettazioni, l 'udienza slitta - RIPRODUZIONE RISERVATA

Al via questa mattina in tribunale a Modena l'incidente probatorio per l'omicidio di Alice Neri, la 32enne di Ravarino, madre di una bambina di quattro, trovata carbonizzata nella sua auto bruciata ed uccisa tra il 17 ed il 18 novembre dello scorso anno a Concordia, nella Bassa modenese.
    All'udienza presieduta dal gip Andrea Scarpa ha preso parte anche Mohamed Gaalolul, tunisino di 29 anni principale indagato, rintracciato in Francia a dicembre ed ora in carcere.
    In aula dovevano essere sentiti tre testimoni, amici proprio del 29enne, che avrebbero dovuto rispondere soprattutto in merito ad un elemento, ovvero il fatto che l'indagato la mattina del 18 novembre si sarebbe presentato nella loro abitazione con delle macchine di olio, potenzialmente compatibili, sostiene l'accusa, col fatto che sarebbe stato lui ad appiccare il fuoco all'auto della vittima. Nei giorni scorsi la procura di Modena (i pm che indagano sono Claudia Natalini e Giuseppe Amara) hanno depositato con urgenza nuovi atti. Si tratta, nello specifico, di intercettazioni ambientali che riguardano i tre testimoni, registrate all'interno della caserma dei carabinieri.
    Intercettazioni che evidentemente hanno un valore probatorio. L'avvocato di Mohamed Gaaloul, Roberto Ghini, che ha acquisito questi atti, ha chiesto del tempo per poter sbobinare e trascrivere le intercettazioni ambientali in questione, in modo tale da poter poi contro-interrogare i tre testimoni. Il giudice Scarpa si è così riunito in camera di consiglio ed ha rinviato l'udienza al prossimo sei marzo. In aula c'erano anche la moglie di Mohamed Gaaloul, il marito di Alice Neri, Nicholas Negrini, a sua volta indagato, e gli avvocati del collega di lavoro della donna, Marco Cuccui, terzo iscritto nel registro dai magistrati modenesi per l'omicidio e che aveva passato la serata con la giovane.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza