Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

27 concerti per l'Associazione Conoscere la Musica a Bologna

27 concerti per l'Associazione Conoscere la Musica a Bologna

Dal 18 febbraio nella cinquecentesca Sala Biagi

BOLOGNA, 14 febbraio 2023, 16:14

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono 27 gli appuntamenti che quest'anno, da febbraio a dicembre, l'Associazione Conoscere la Musica propone al suo pubblico, 20 dei quali in programma nella cinquecentesca Sala Biagi messa a disposizione dal quartiere Santo Stefano di Bologna. Rinnovata dal punto di vista acustico in collaborazione con l'Università di Parma, la Sala Biagi ha in residenza ben due pregiati pianoforti, uno Steinway del 1930 e un Ortiz & Cussò del 1925. Motivo per cui buona parte della programmazione (realizzata in collaborazione con Musica e Arte e che in estate si sposta in alcune ville e castelli della città metropolitana) è dedicata proprio a questo strumento presente in ben 19 dei concerti in cartellone. Ma non mancano curiosità come le proposte per chitarra, per arpa o per flauto (ormai sempre più rare) e persino un melodramma, "Il Filarmindo" del 1605.
    Senza dimenticare l'attenzione alla musica d'oggi.
    L'apertura di stagione avverrà il 19 febbraio alla Rocca di Dozza Imolese, in occasione dell'inaugurazione della Biennale del Muro Dipinto, con il chitarrista bulgaro Georgi Dimitrov. La lunga carrallata pianistica schiera artisti affermati del panorama internazionale affiancandoli a giovani talenti vincitori di concorsi: da Olaf John Laneri a Gabriele Strata, da Giuseppe Andaloro a Dario Zanconi, da Pierpalo Maurizzi a Stefano Andreatta. Quest'anno - ha ricordato il direttore artistico, Alberto Martelli - la manifestazione assume un carattere più votato al camerismo vero con serate dedicate al quartetto d'archi (come il Leonardo, il Goldberg e il Chaos), ai trii di varia composizione e ai duo, allargandosi anche ai concerti di canto. Molte le formazioni che raggruppano prime parti provenienti da alcune prestigiose orchestre europe come quelle di Monaco e di Zagabria. Il ciclo "Conoscere la Musica", intitolato al suo storico fondatore Mario Pellegrini (era il 1974), da quest'anno sposta la programmazione al mercoledì al fine di evitare, per quanto possibile in una città in cui operano circa cinquanta istituzioni musicali, le sempre antipatiche sovrapposizioni con altri concerti. Come di consueto l'ingresso è ad un prezzo molto contenuto che va dai 2 ai 12 euro.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza