Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Lite in famiglia, morto anziano preso a martellate da genero

Lite in famiglia, morto anziano preso a martellate da genero

Aveva 85 anni, ancora grave la figlia, il parente si era ucciso

MODENA, 24 gennaio 2023, 16:55

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

È morto in ospedale a Modena Luigi Marabini, l'85enne ferito a martellate dal genero Paolo Socin.
    L'anziano era apparso da subito in gravissime condizioni quando, il 17 gennaio, i carabinieri, allertati dai vicini, sono intervenuti in un'abitazione di Soliera, nella Bassa Modenese, scoprendo che Socin aveva appena aggredito sia il suocero che la moglie di 66 anni, utilizzando un martello ed anche altri oggetti, prima di togliersi la vita sempre all'interno della stessa casa.
    Mentre la donna, figlia dell'85enne, è ancora ricoverata all'ospedale di Baggiovara, in prognosi riservata, e rimane da ricostruire il movente dell'accaduto, Marabini è deceduto.
    Ad esprimere cordoglio per l'accaduto è l'amministrazione comunale di Soliera, parlando di una notizia che porta "ulteriore dolore ad una famiglia già sconvolta dai feroci accadimenti domestici, e insieme anche una profonda ferita per la comunità solierese. Nutrivamo infatti la speranza che Paolo Soncin potesse rimanesse la sola vittima di questo terribile evento. Non possiamo che ribadire con ancora più forza i nostri migliori auguri alla signora Norina Marabini, ancora ricoverata in prognosi riservata, affinché possa riprendersi, con tutto il tempo e le cure necessarie".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza