Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Maxi sequestro di capi contraffatti in opificio del Reggiano

Maxi sequestro di capi contraffatti in opificio del Reggiano

Blitz della Gdf a Novellara: falsificavano brand di lusso

REGGIO EMILIA, 12 gennaio 2023, 13:00

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un opificio dedito a capi d'abbigliamento di marche di lusso contraffatte è stato scoperto a Novellara, nella Bassa Reggiana. Il blitz è stato messo a segno dalle fiamme gialle di finanza di Reggio Emilia che assieme ai colleghi delle tenenze di Guastalla e Correggio, che hanno posto sotto sequestro i locali - dove sono stati trovati cinque lavoratori in nero, tutti di origine cinese - oltre a 10.000 prodotti (maglie, felpe e vestiti di ogni genere riportanti brand falsi di note case di moda) i macchinari tessili di produzione e un furgone col quale veniva trasportata la merce.
    Beni riconducibili al titolare di una ditta individuale, anch'egli cinese, denunciato per contraffazione e sanzionato per la manodopera irregolare oltre che per le precarie condizioni igieniche e di sicurezza riscontrate nell'edificio. La perquisizione è stata poi estesa nell'abitazione, sempre a Novellara, dov'è domiciliato l'uomo, gravato da pesanti precedenti penali (associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio, sfruttamento della prostituzione, sproporzione tra dichiarazione dei redditi e ingenti disponibilità di contanti, auto di lusso, oggetti di valore in casa come alcune casse di vino pregiate del valore di 30.000 euro) e qui sono stati trovati oltre 200.000 euro in contanti, nascosti in alcuni sacchi tra le intercapedini della soffitta dell'appartamento.
    L'inchiesta - coordinata dalla Procura di Reggio Emilia - è scaturita dai controlli straordinari nella zona della stazione storica di Reggio Emilia, disposti dal prefetto Iolanda Rolli e dal questore Giuseppe Ferrari, svolti congiuntamente dagli uomini di questura, guardia di finanza, carabinieri, polizia e municipale che avevano controllato l'abitazione di un cittadino cinese, denunciato per riciclaggio, abusiva attività finanziaria, omessa dichiarazione dei redditi e abusiva attività di prestazione di servizi di pagamento, dopo aver rinvenuto qualche migliaio di euro in contanti. Le fiamme gialle sono così risalite all'origine del flusso di denaro, scovando l'opificio.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza