Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Parma quaranta foto di Ugo Nespolo nella Grande Mela

A Parma quaranta foto di Ugo Nespolo nella Grande Mela

'Wanderer about New York' dal 21 gennaio alla Reggia di Colorno

PARMA, 04 gennaio 2023, 10:27

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La Reggia di Colorno (Parma), dove è in corso la mostra di Nino Migliori 'L'arte di ritrarre gli artisti', continua a proporre le esperienze di autori italiani e internazionali che hanno adottato la fotografia come linguaggio elettivo e di artisti che, pur non avendo un rapporto esclusivo con l'immagine fotografica, hanno ritenuto importante utilizzarla per comunicare ciò che intendevano esprimere. È il caso di Ugo Nespolo, 81 anni, pittore e artista, esploratore di ogni mezzo espressivo, che presenta le fotografie da lui scattate a New York negli anni '80 e '90 nella mostra 'Wanderer about New York', alla Reggia dal 21 gennaio all'11 aprile.
    Nespolo è a New York già negli anni '60: l'America è un mito e vi si reca con voli aerei low cost, attraversando gli Stati Uniti su un bus Greyhound (quando con 200 dollari si poteva viaggiare ovunque per un mese). Da allora torna varie volte negli Stati Uniti; amico fraterno di George Litto, produttore cinematografico e talent scout, sta per mesi sul set di film di Robert Altman e di Brian De Palma. Già negli anni '80 abita a New York, frequenta assiduamente il Village e acquista una casa davanti alle Torri Gemelle.
    Le 40 foto esposte a Colorno, scelte tra le centinaia che sono nel suo archivio, sono state scattate da Nespolo tra il 1981 e il 1997 nella Grande Mela. Quasi ogni giorno "vaga" per alcune ore negli antri e nelle strade di New York, soprattutto a sud di Manhattan, e fissa con una piccola Leica ciò che lo colpisce, in particolare i graffiti che cominciano ad apparire sui muri, le vetrine dei negozi, gli interni delle gallerie e dei musei. Nespolo conosce Rammelzee e Keith Haring, che disegna nelle metro, e ammira Richard Hambleton, il "maestro della minaccia", come viene definito per le sue inquietanti ombre nere. Ama il jazz e frequenta le discoteche, come il Palladium; è per lui naturale immergersi, con l'inseparabile Leica, in quel mondo che sta cambiando, anche attraverso le migrazioni delle attività da un quartiere all'altro. Le foto esposte a Colorno documentano quegli anni mitici a New York e, la scelta dei soggetti e delle inquadrature da lui compiuta all'epoca aiutano a comprendere alcune radici della sua attività di pittore.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza