Affidi: coppia riabilitata, un altro minore torna a casa

Reintegro immediato per uno dei casi finiti nell'inchiesta

(ANSA) - BOLOGNA, 17 LUG - Un'altra coppia di genitori definitivamente riabilitata e la decisione del rientro immediato in famiglia per un ragazzino, in precedenza dato in affido. E' una nuova decisione del tribunale per i minorenni di Bologna che va a revocare i suoi precedenti provvedimenti, e dispone l'affidamento alla madre biologica per uno dei casi finiti nell'inchiesta 'Angeli e Demoni' della Procura di Reggio Emilia, sugli affidi illeciti.
    "Non emergono elementi di pregiudizio rispetto alla relazione con le figure genitoriali, che appaiono adeguate allo svolgimento di cura e accudimento", scrive il collegio presieduto dal giudice Francesca Salvatore, chiamato ad esprimersi sulle istanze presentate dai difensori della madre, avvocato Maria Elena Guarini e del marito, avvocato Chiara Dore.
    In precedenza, nel 2016, il bambino era stato inserito in una famiglia affidataria, con sospensione della responsabilità genitoriale della madre (ora revocata) e dei rapporti con il fratellastro, difeso dall'avvocato Domenico Morace. Questo perché erano emersi, dalle relazioni dei servizi sociali della Val d'Enza, comportamenti pregiudizievoli che avevano portato a un fascicolo penale contro il compagno della madre e la donna per presunti abusi sessuali, infine archiviato. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie