Riapre Buco di Viso, è traforo più alto

Galleria messa in sicurezza, rimossa la neve a quota 2.880 metri

Redazione ANSA SALUZZO (CUNEO)

SALUZZO (CUNEO)  - Il Buco di Viso, il traforo storico di 75 metri che collega la Valle Po alla Francia, realizzato nel 1480 a quota 2.880 metri, sul Monviso, è stato ufficialmente riaperto grazie all'intervento degli operatori del Parco del Monviso e della Regione Piemonte che hanno provveduto a rimuovere la neve ancora presente sul percorso.
    Il più antico traforo alpino, voluto da Ludovico II, Marchese di Saluzzo, torna dunque ad essere transitabile dopo la chiusura invernale, e i lavori di restauro finanziati dalla Regione e realizzati dal Parco del Monviso per la messa in sicurezza della galleria. Il Buco di Viso è ancora oggi una delle tappe del trekking del Giro di Viso, il classico anello che permette di scoprire 'il Re di Pietra' - come è soprannominato il Monviso - in tutto il suo splendore.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie