Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Una donna paralizzata torna a parlare attraverso un avatar digitale VIDEO

Una donna paralizzata torna a parlare attraverso un avatar digitale VIDEO

Riproduce la sua voce e le espressioni del volto

24 agosto 2023, 13:39

Elisa Buson

ANSACheck

La paziente prova a comandare col pensiero l’avatar che le permette di parlare (fonte: Noah Berger) - RIPRODUZIONE RISERVATA

La paziente prova a comandare col pensiero l’avatar che le permette di parlare (fonte: Noah Berger) - RIPRODUZIONE RISERVATA
La paziente prova a comandare col pensiero l’avatar che le permette di parlare (fonte: Noah Berger) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Una donna paralizzata da un ictus torna a parlare attraverso un avatar digitale comandato col pensiero che riproduce la sua voce e perfino le espressioni del volto: il merito è di una nuova interfaccia cervello-computer che per la prima volta riesce a tradurre i segnali dell’attività cerebrale in parole ed espressioni per consentire una comunicazione più rapida e naturale. I risultati della sperimentazione sono pubblicati sulla rivista Nature dai ricercatori dell'Università della California a San Francisco e Berkeley.

Il team, guidato dal neurochirurgo Edward Chang, ha applicato sul cervello della donna una sottilissima pellicola rettangolare contenente 253 elettrodi: il dispositivo, posto sopra un'area cruciale per la comunicazione, rileva i segnali cerebrali che a causa dell'ictus non riescono più a essere inviati all'apparato fonatorio (lingua, bocca, laringe) e ai muscoli facciali. I segnali vengono quindi mandati a un sistema di intelligenza artificiale che è stato addestrato per settimane a riconoscere le onde cerebrali della donna che corrispondono ai diversi suoni (fonemi) che compongono le parole.

Per rendere tutto più realistico, i ricercatori hanno abbinato un algoritmo che sintetizza le parole con la stessa voce della paziente (ripresa da alcune registrazioni fatte al suo matrimonio). Infine il volto dell'avatar ricreato sullo schermo del computer è stato animato sulla base dei segnali cerebrali della donna grazie a un software che riproduce il movimento dei muscoli facciali.

 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza