Il telescopio James Webb approda in Guyana francese

Dopo 16 giorni di mare, ora i preparativi alla base di Kourou

Redazione ANSA

Dopo 16 giorni di viaggio in mare e la traversata del Canale di Panama, è finalmente approdato in Guyana francese l’attesissimo telescopio spaziale James Webb, destinato a raccogliere l'eredità del più celebre Hubble: custodito in un container lungo 30 metri e pesante più di 70 tonnellate, è arrivato al porto di Pariacabo a bordo della nave MN Colibri, salpata il 26 settembre da Seal Beach, in California.

Nei prossimi giorni il telescopio sarà trasferito alla base di lancio a Kourou, spacchettato ed esaminato in ogni sua parte per verificare che il viaggio non abbia provocato danni. Se tutto funzionerà a dovere, inizieranno i preparativi del lancio, previsto per il 18 dicembre con il razzo Ariane 5. La missione, che punta a rivelare il cosmo come mai visto prima, è frutto di una grande collaborazione internazionale che coinvolge la Nasa, l’Agenzia spaziale europea (Esa) e quella canadese (Csa).

“Webb è un esempio eccellente di lavoro di squadra e cooperazione internazionale”, commenta Daniel Neuenschwander, direttore del Trasporto spaziale dell’Esa. “Diamo il benvenuto a Webb e ai nostri partner allo spazioporto europeo in Guyana Francese per continuare questa avventura verso un emozionante lancio a bordo di Ariane 5 e per condividere le prossime scoperte scientifiche di Webb!”.

Il telescopio spaziale “guarderà la luce creata subito dopo il Big Bang tornando indietro di 13 miliardi di anni, con la possibilità di mostrare all’umanità lo spazio più lontano che sia mai stato visto”, aggiunge l’amministratore della Nasa, Bill Nelson. “Ora siamo vicini a svelare i misteri del cosmo, grazie alle abilità e all’esperienza del nostro fenomenale team”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA