La misura più precisa della quantità di materia nell’universo

È il 31%, il resto è la misteriosa energia oscura che accelera l’espansione del cosmo

Redazione ANSA

Misurata con precisione la quantità di materia presente nell’universo: è pari al 31%, il resto è l’enigmatica energia oscura che sta accelerando l’espansione del cosmo e la cui natura è ancora un mistero. È quanto emerge dallo studio pubblicato sull’Astrophysical Journal dal gruppo di astronomi dell’Università della California a Riverside, coordinato da Gillian Wilson e Mohamed Abdullah.

Per ottenere il risultato, i ricercatori hanno confrontato il numero e la massa degli ammassi di galassie conosciuti con simulazioni al computer. Il valore ottenuto, però, spiegano gli autori dello studio, corrisponde in realtà a una piccola fetta di quello che conosciamo dell’universo: il 20%. Rappresenta galassie, stelle, pianeti e tutto ciò che li abita, esseri viventi compresi.

Il resto, l’80%, concludono i cosmologi, è la misteriosa materia oscura, che fa sentire la propria presenza solo attraverso la gravità, ma non emette né luce, né radiazione. Gli scienziati stanno ancora cercando di capire la natura delle particelle che la compongono, rimaste finora inafferrabili.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA