Torna la Maker Faire, tutta in digitale per superare Covid

Oltre 300 stand con inventori e 130 conferenze in diretta

Redazione ANSA ROMA

Oltre 300 stand virtuali con idee, prototipi e progetti innovativi, più di 130 conferenze in diretta e un live costante trasmesso da uno studio televisivo dedicata che trasmetterà senza interruzioni dall'ex Gazometro di Roma: sono questi i numeri che raccontano l'ottava edizione della Maker Faire 2020, che si svolgerà dal 10 al 13 dicembre, quest'anno tutta in digitale a causa della pandemia da Covid.

Tanti i temi della manifestazione dedicata alle innovazioni dei maker, che spaziano dalla robotica all'intelligenza artificiale alla mobilità, dall'economia circolare alla salute, dall'Internet delle cose al riciclo fino alla data science e le tecnologie applicate allo sport. Tornano anche le sezioni dedicate di Maker Art (con oltre 40 artisti da tutto il mondo, tra cui Antoni Abad ed Elena Bellantoni) e Maker Music (con tantissimi musicisti tra cui Samuele Bersani e anche la Maker Music Endless Jam, la jam di musica a distanza

"Maker Faire porta all'attenzione due importanti temi: il primo è la collaborazione, il secondo la direzione verso cui si deve avviare l'innovazione". Lo ha detto la ministra dell'Innovazione Paola Pisano, intervenendo alla presentazione. "Non esistono tanti luoghi come la Maker Faire dove c'è spazio per tanti soggetti che portano con loro il concetto di collaborazione - ha aggiunto - ci si mette insieme per condividere idee e progetti pratici. Una cosa è parlare di innovazione, altro è vederla. Mi piace questo approccio interdisciplinare: è importante per esempio unire tecnologia e musica, o automotive e scarpe sportive: è il modo migliore per far nascere e sviluppare innovazione nel Paese".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA