Torna a Napoli la maratona di programmazione 'The Big Hack'

E una jam session tra musicista e intelligenza artificiale

Redazione ANSA

Sabato 5 e domenica 6 ottobre torna a Napoli 'The Big Hack - HackNight@Museum', la maratona di programmazione rivolta a sviluppatori, maker, ingegneri, designer, startupper, studenti ed esperti di comunicazione per trovare soluzioni e progetti concreti in ambiti strategici e diversificati. L'iniziativa, alla quarta edizione, è promossa dalla Regione Campania ed è realizzata da 'Maker Faire Rome - The European Edition 4.0', con Sviluppo Campania e in collaborazione con l'Università degli studi di Napoli Federico II.

La sfida si terrà nel complesso museale dei Santi Marcellino e Festo, in concomitanza con l'apertura dell'anno accademico della Apple Developer Academy. Le challenge saranno lanciate da Regione Campania, Centro Ricerche di Fca, Acea, Almaviva, Consorzio Clara-Cisco, Electrolux, Eni, Healthware, Merck, So.Re.Sa. - Azienda Ospedaliera dei Colli, Tecno-Museo di Capodimonte, Trenitalia-Ferrovie dello Stato. Ciascun promotore metterà in palio un premio da assegnare al team vincitore della propria sfida: quest'anno il montepremi complessivo ammonta a più di 30.000 euro tra buoni di acquisto, servizi business oriented e viaggi per importanti eventi tecnologici internazionali.

Tutte le challenge saranno diffuse anche attraverso la piattaforma di Open Innovation della Regione Campania. Oltre alla presenza di speaker d'eccezione, quest'anno si terrà un Laboratorio di Artificial Musical intelligence che prevede una sessione dimostrativa realizzata attraverso l'interazione tra un musicista dal vivo, Alex Braga, e un algoritmo previsionale in grado di interpretare in tempo reale l'attività umana e adeguarsi alla sua improvvisazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA