Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A luglio in Italia devastati dagli incendi 53mila ettari

A luglio in Italia devastati dagli incendi 53mila ettari

Lo indica l'Esa, nella mappa degli incendi in Europa

04 agosto 2023, 17:44

Leonardo De Cosmo

ANSACheck

Aggiornato dall 'Esa l 'Atlante mondiale degli incendi (fonte: Pxfuel) - RIPRODUZIONE RISERVATA

Aggiornato dall 'Esa l 'Atlante mondiale degli incendi (fonte: Pxfuel) - RIPRODUZIONE RISERVATA
Aggiornato dall 'Esa l 'Atlante mondiale degli incendi (fonte: Pxfuel) - RIPRODUZIONE RISERVATA

In Italia sono bruciati in luglio 53mila ettari di territorio, di cui oltre il 90% nelle due ultime settimane del mese. Lo indicano i dati pubblicati nell'Atlante Mondiale degli Incendi realizzato dall'Agenzia Spaziale Europea, che evidenziano come anche in Europa siano andati in fiamme dall'inizio dell'anno 235mila ettari, mentre nello stesso periodo il Canada ha registrato 11.598 incendi, ossia 7 volte la media degli anni precedenti.

Nel luglio 2023 gli incendi hanno devastato ampie aree della fascia mediterranea che comprendono, oltre l'Italia, Grecia, Spagna, Tunisia, Portogallo e Algeria. Da mesi, inoltre, stanno bruciando ampie regioni del Canada.
Su questi eventi è possibile realizzare mappe dettagliate quasi in tempo reale, grazie ai satelliti per l'Osservazione della Terra come Sentinel 3, del programma Copernicus gestito da Esa e Commissione Europea, che rivelano la temperatura della superfice terrestre.

I dati disponibili nell'Atlante Mondiale degli Incendi, inaugurato nel 2019, permettono di visualizzare i parametri legati agli incendi e l'evoluzione di questi eventi, settimana dopo settimana.

A livello globale il più colpito nel 2023 è certamente il Canada con 10 milioni di ettari andati in fumo, dovuti agli 11.598 distinti focolai apparsi nei primi 7 mesi dell'anno. Un aumento del 705% rispetto agli incendi rilevati nello stesso periodo dei sei anni precedenti. Incendi che si sono sviluppati da maggio anche in zone all'interno del Circolo polare e che hanno provocato emissioni record stimate in 290 milioni di tonnellate (composte da un mix di gas di vario tipo, come metano, CO2 e monossido di carbonio), oltre il doppio del precedente record del 2014. .

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza