Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Scarlattina in aumento, ministero: 'non sottovalutare sintomi'

Scarlattina in aumento, ministero: 'non sottovalutare sintomi'

Importante trattamento immediato; rischio malattia invasiva basso

ROMA, 14 aprile 2023, 12:06

Redazione ANSA

ANSACheck

Scarlattina - RIPRODUZIONE RISERVATA

Scarlattina - RIPRODUZIONE RISERVATA
Scarlattina - RIPRODUZIONE RISERVATA

Da gennaio 2023 è in corso un aumento dei casi di scarlattina in Italia, soprattutto nei bambini e ragazzi con meno di 15 anni. Già nel corso del 2022 diversi Paesi europei (Francia, Irlanda, Paesi Bassi, Svezia e Regno Unito) avevano registrato un aumento dei casi di malattia invasiva da streptococco di gruppo A (iGAS) e in alcuni casi anche di scarlattina. Lo ha segnalato il ministero della Salute in una circolare in cui invita a intensificare le misure di sorveglianza e a fornire adeguata comunicazione.
    "L'infezione da streptococco di gruppo A (GAS) causa comunemente forme lievi di malattia come tonsillite, faringite e scarlattina. Lo streptococco di gruppo A (GAS) è considerato la causa più comune di faringotonsillite batterica nei bambini in età scolare, ma può colpire anche bambini più piccoli", segnala il ministero. "In rari casi i batteri GAS possono causare un'infezione grave nota come malattia invasiva da GAS (iGAS)", sottolinea il ministero che segnala che "i bambini reduci da infezioni virali come la varicella o l'influenza sono a maggior rischio di sviluppare un'infezione da iGAS".
    Al momento, il rischio di infezioni invasive per la popolazione generale è considerato basso, visto che "i casi segnalati non sono causati da un nuovo ceppo e che la malattia è facilmente curabile con antibiotici". Il ministero sottolinea però l'importanza del "riconoscimento precoce, la segnalazione e l'inizio tempestivo del trattamento dei casi di GAS".
    In particolare, "è importante che le infezioni correlate a GAS, quali faringotonsilliti e scarlattina, siano identificate e trattate tempestivamente con antibiotici per ridurre il rischio di potenziali complicanze, come iGAS, e ridurre la trasmissione successiva".
    Ai genitori è consigliato di rivolgersi al medico se sospettano un'infezione da streptococco: "Le infezioni iGAS possono presentarsi inizialmente con sintomi aspecifici (febbre, stanchezza generale, perdita di appetito) e i bambini, in particolare, possono avere una rapida progressione verso una forma di malattia grave", sottolinea il ministero. 
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza