Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Salute: Riccardi, riapertura Ppi Gemona è lavoro di tutti

Salute: Riccardi, riapertura Ppi Gemona è lavoro di tutti

GEMONA DEL FRIULI, 13 febbraio 2023, 11:41

Redazione ANSA

ANSACheck

"La riapertura del Punto di primo intervento di Gemona del Friuli (Ppi) rappresenta uno sforzo collettivo importante in questo periodo storico, fatto con i piedi ben piantati per terra, per rispondere in maniera sostenibile alle esigenze di salute del bacino territoriale di riferimento. È frutto di un lavoro svolto in sinergia e rappresenta un servizio importante che si restituisce alla comunità: abbiamo trovato una soluzione di qualità con ingegno".
    Sono le parole del vicegovernatore e assessore con delega alla Salute del Fvg Riccardo Riccardi, intervenuto stamattina per la riapertura del Punto di primo intervento, nel presidio per la salute di Gemona. Lo hanno accompagnato nella visita il sindaco Roberto Revelant, numerosi sindaci del territorio e il d.g.
    dell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale (Asufc), Denis Caporale.
    "Quello di oggi è un passaggio anche simbolicamente importante, perché si inserisce all'interno di una struttura già conosciuta e già nota alla popolazione - ha aggiunto Riccardi -.
    È parte di un lavoro di grande sforzo svolto dalla Regione nella programmazione e negli investimenti in sanità per il Fvg". La gestione è stata affidata per 36 mesi a una realtà di comprovata esperienza nel campo dell'emergenza-urgenza, la "Arkesis" di Portogruaro dopo l'avviso presentato dall'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale (Asufc) per la co-progettazione delle strutture distrettuali dedicate all'emergenza-urgenza. I Ppi sono strutture distrettuali, funzionalmente collegate con le altre strutture aziendali di pronto soccorso, nelle quali sono disponibili risorse professionali e strumentali adeguate a gestire i bisogni assistenziali e terapeutici minori e a trattare in prima istanza le emergenze sanitarie, fino al trasferimento del paziente, nel caso si renda necessario, al pronto soccorso del presidio ospedaliero di riferimento, spoke o hub, a seconda della patologia e dell'intensità di cura richiesta.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza