Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ultracentenaria dona gli organi, è la prima volta al mondo

Ultracentenaria dona gli organi, è la prima volta al mondo

Il trapianto di fegato è avvenuto con successo in una persona in lista d'attesa a Pisa

ROMA, 14 novembre 2022, 09:36

Redazione ANSA

ANSACheck

Una equipe medica durante un intervento. Credit Istituto Mediterraneo Trapianti - RIPRODUZIONE RISERVATA

Una equipe medica durante un intervento. Credit Istituto Mediterraneo Trapianti - RIPRODUZIONE RISERVATA
Una equipe medica durante un intervento. Credit Istituto Mediterraneo Trapianti - RIPRODUZIONE RISERVATA

Per la prima volta al mondo è stato donato a scopo di trapianto un organo da una persona ultracentenaria. Il prelievo, che non ha precedenti documentati nella letteratura scientifica, è stato effettuato all'Ospedale San Giovanni di Dio di Firenze la scorsa settimana su una donna deceduta a 100 anni, 10 mesi e 1 giorno: il suo fegato, con il via libera dei coordinamenti operativi del Centro regionale trapianti della Toscana e del Centro nazionale trapianti, è stato giudicato idoneo e trapiantato con successo in una persona in lista d'attesa presso l'Azienda ospedaliero-universitaria di Pisa. 

Il trapianto del fegato "è riuscito e il paziente è in buone condizioni. La procedura rappresenta il coronamento di anni di lavoro clinico multidisciplinare e di studio sull'utilizzo di donatori anziani, su cui il centro trapianti di Pisa e la Regione Toscana hanno investito risorse e progettualità". Lo dice il professor Paolo De Simone, direttore dell'unità operativa di chirurgia epatica e trapianti di fegato dell'Azienda ospedaliero-universitaria di Pisa.

La scorsa settimana, spiega la Regione in una nota, nell'ospedale fiorentino San Giovanni di Dio sono stati eseguiti due espianti di fegato e poi presso l'azienda ospedaliero-universitaria pisana gli organi sono stati impiantati in pazienti in lista di attesa. La straordinarietà dei due casi, si spiega, è molteplice: c'è la concomitanza delle situazioni, l'uso, per per la volta in uno dei due espianti, di una donazione controllata a cuore fermo, messa in piedi con l'intervento del team Ecmo mobile dell'azienda ospedaliera universitaria Careggi. E poi c'è l'età della seconda donatrice, a cui sono stati prelevati gli organi invece a cuore battente e che costituisce un assoluto primato mondiale: la donna aveva infatti compiuto cento anni da dieci mesi e un giorno. Nel mondo non era mai accaduto. In Italia, fino ad oggi, la donatrice di organi più anziana mai registrata in Italia, era una donna deceduta a Fabriano lo scorso ottobre a 97 anni e 7 mesi. La donna toscana era arrivata in ospedale la mattina del sabato con un'emorragia cerebrale che l'ha portata, subito dopo, a morte cerebrale. Risultata idonea al prelievo, sono stati i figli ad autorizzare l'espianto.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza