Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Giovane salvato da una estesa trombosi con una nuova tecnica

Giovane salvato da una estesa trombosi con una nuova tecnica

A Roma all'Ospedale Sant'Eugenio, usate sonde

ROMA, 24 febbraio 2024, 15:21

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un intervento in urgenza al Sant'Eugenio ha permesso di salvare un giovane di 30 anni da una grave trombosi. Il giovane è gia' in trattamento dialitico perche' affetto da una grave malattia genetica, per la quale sono stati asportati entrambi i reni ed in attesa di trapianto di rene. Una estesa trombosi si è sviluppata rapidamente all'interno del cuore con un grosso trombo flottante all'interno delle cavità cardiache e grave rischio di embolizzazione acuta con esito probabilmente fatale. L'equipe del professor Achille Gaspardone, Direttore della UOC di Cardiologia dell'Ospedale Sant'Eugenio, mediante l'utilizzo di sonde di grosso calibro introdotte attraverso una vena dell'inguine, è riuscita nell'intento di rimuovere mediante aspirazione meccanica il grosso trombo prevenendo cosi il rischio di distacco del trombo e l'embolizzazione nei polmoni. La procedura, condotta in anestesia locale, è perfettamente riuscita ed il paziente è in buone condizioni cliniche ed emodinamiche. L'utilizzo di questa tecnica apre la possibilità di trattare casi analoghi senza ricorrere ad interventi cardiochirurgici ben più invasivi.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza