Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cure migliori da specialista se conosce medico base paziente

Cure migliori da specialista se conosce medico base paziente

Legami tra medici migliorano assistenza

03 gennaio 2023, 18:22

Redazione ANSA

ANSACheck

Cure migliori da specialista se conosce medico base paziente - RIPRODUZIONE RISERVATA

Cure migliori da specialista se conosce medico base paziente - RIPRODUZIONE RISERVATA
Cure migliori da specialista se conosce medico base paziente - RIPRODUZIONE RISERVATA

Scoperto come aumentare le chance di guarigione di un paziente: rinforzando i rapporti di conoscenza tra medici. Infatti, uno studio pubblicato sulla rivista Jama Internal Medicine svela che per il paziente va meglio quando il medico di base che ha prescritto una visita specialistica conosce lo specialista di riferimento. Condotto da Maximiliam Pany, lo studio svela che lo specialista si impegna al massimo, comunica più semplicemente ed efficacemente con il paziente e offre cure di migliore qualità quando ha uno stretto rapporto con il medico di medicina generale che ha indirizzato il suo paziente presso di lui. L'analisi si basa sulle cartelle cliniche elettroniche di oltre 8.600 pazienti indirizzati dai loro medici di base a consultare uno specialista tra il 2016 e il 2019.

Tutti gli invii sono avvenuti in un grande sistema sanitario accademico quale è quello connesso alla prestigiosa Harvard. I ricercatori hanno confrontato le valutazioni dei pazienti sull'assistenza specialistica tra due gruppi di pazienti - quelli visitati da uno specialista che si è formato insieme al medico di base del paziente durante la scuola di medicina o i programmi post-laurea, e i pazienti dello stesso medico di medicina generale visitati da uno specialista che non si è formato con lui - confrontando al contempo le prestazioni dello specialista verso un gruppo di pazienti di altri medici di medicina generale senza legami con lui.

Ebbene lo specialista si comporta diversamente e offre cure migliori se il paziente è stato indirizzato a lui da un medico di base di sua conoscenza. I risultati suggeriscono che le strategie che incoraggiano la formazione di relazioni paritarie più forti tra i medici potrebbero portare a miglioramenti significativi nella qualità dell'assistenza ai pazienti, hanno detto gli autori. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza