Tennis and Friends compie 10 anni, oltre 2.500 screning

Dagli Internazionali di Roma controlli e convegni su prevenzione

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 16 MAG - Con oltre 2500 check-up tra effettuati e prenotati per le prossime settimane, si è aperto il Tour 2021 che celebra i dieci anni di attività di Tennis & Friends - Salute e Sport, una delle principali manifestazioni in Italia che offre prevenzione gratuita ai cittadini e promuove lo sport come corretto stile di vita.
    Un programma ricco di eventi che, oltre alle visite mediche specialistiche gratuite presso l'Istituto di Medicina dello Sport all'Acqua Acetosa, ha previsto, sulla terra rossa dello Stadio Pietrangeli, partite di tennis tra gli storici Ambassadors della manifestazione, interventi, dibattiti e interviste con i maggiori esponenti del mondo della medicina, dello sport, della cultura e dello spettacolo. Alla manifestazione hanno presenziato anche il Ministro della Salute Roberto Speranza e la Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport Valentina Vezzali.
    Un evento all'insegna del divertimento, nel rispetto delle normative dettate dalla particolare situazione che stiamo vivendo, ricco di riflessioni, punti di vista e conversazioni sulle difficoltà in atto, con la speranza di poter ospitare nuovamente il pubblico già a partire dai prossimi incontri.
    "Dieci anni di attività di Tennis & Friends che festeggiamo in un momento particolare. E anche se a porte chiuse, non potevamo mancare, perché proprio nell'ultimo anno la mancata prevenzione, dovuta alla paura del contagio o alla vera e propria impossibilità di recarsi nelle strutture sanitarie, ha giocato un ruolo determinante nell'aumento della mortalità" - ha dichiarato il professore Giorgio Meneschincheri, specialista di medicina preventiva e ideatore di Tennis & Friends - "Come ogni anno, quindi, Tennis & Friends vuole diffondere la cultura della prevenzione sanitaria e sensibilizzare la popolazione ad adottare corretti stili di vita, anche attraverso la pratica dell'attività sportiva. Perché grazie alla prevenzione si raggiunge il duplice scopo di salvaguardare la salute del cittadino e di ridurre i costi del Servizio Sanitario Nazionale".
    Sull'importanza della prevenzione si è soffermato il professore Francesco Cognetti, Direttore del Dipartimento Oncologia Istituto Tumori Regina Elena di Roma, che ha sottolineato come "a causa della pandemia sono saltati milioni di esami per la prevenzione e il controllo di varie tipologie di tumori, con la conseguenza che già adesso vediamo pazienti con diagnosi di tumori in fase piuttosto avanzata. Dobbiamo quindi attenderci, purtroppo, un aumento della mortalità nei prossimi mesi". Non manca però anche un messaggio di speranza perché - ha aggiunto il professore Cognetti - "gli ospedali oggi sono posti sicuri, tutto il personale sanitario è vaccinato, e dobbiamo quindi cercare di ripartire al più presto, potenziando anche la prevenzione attraverso la medicina territoriale come previsto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza".
    Quest'anno Tennis & Friends ha unito sport e prevenzione con il tema della sicurezza stradale nell'ambito di una collaborazione con l'associazione G.A.I.A. von Freymann Saracino, nata nel gennaio 2021 con l'obiettivo di portare avanti iniziative di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale e progetti con finalità di carattere sociale, civile e culturale. "La morte di Gaia e di Camilla ci ha fatto capire quanto sia oggi importante sensibilizzare i giovani sui rischi che corrono in strada quando si mettono al volante sotto l'effetto di alcol e stupefacenti"- ha dichiarato Gabriella Saracino, Presidente dell'associazione.
    Il tema dell'importanza della salute e delle cure, in particolare della popolazione più anziana, è stato al centro della riflessione di Monsignor Vincenzo Paglia, Presidente della Commissione per la riforma dell'assistenza sanitaria e sociosanitaria della popolazione anziana. "Serve uno scatto di cultura, di affetto per creare una nuova cultura politica, economica e sociale che spinga per un incontro tra generazioni.
    Abbiamo bisogno di uno scatto di amore perché due milioni e settecento anziani con difficoltà a deambulare e con patologie che li rendono ancora più fragili sono davvero troppi. Proprio per questo presenteremo nei prossimi giorni al Presidente del Consiglio Draghi un piano che punta ad una vera e propria rivoluzione della cura, che porti a guardare alla medicina come ad un'amica", ha detto Paglia. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA