Covid: Francia, intervallo più ampio tra le dosi del vaccino

Nel Regno Unito i medici si oppongono al divario di 12 settimane

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Vista la progressione dell'epidemia di Covid-19 in Francia e la minaccia della diffusione di nuove varianti, l'Alta Autorità della Sanità (Has) ha raccomandato di posticipare a quarantadue giorni la seconda dose per i due vaccini ora disponibili in Francia: Pfizer-BioNTech e Moderna, i cui programmi di somministrazione prevedono due dosi distanziate rispettivamente di ventuno e ventotto giorni l'una dall'altra.
    In un parere pubblicato oggi e di cui dà notizia Le Monde, l'Has raccomanda "il rinvio della seconda dose a 6 settimane per velocizzare la somministrazione della prima dose alle persone più vulnerabili".
    Nei giorni scorsi il Regno Unito aveva deciso di estendere il divario massimo tra la prima e la seconda dose da tre a 12 settimane, ma contro questa scelta si è espressa ora la British Medical Association, secondo quanto riferisce la Bbc. Per i medici questa decisione è "difficile da giustificare" e il limite dovrebbe essere abbassato a massimo sei settimane.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA