Coronavirus: Olimpiadi, Tokyo riceve fiamma olimpica a Atene

In uno stadio deserto, solo videoconferenze degli atleti

Redazione ANSA TOKYO

(ANSA) - TOKYO, 19 MAR - La fiamma olimpica è stata ufficialmente consegnata alla delegazione di Tokyo nel corso di una cerimonia ridotta, e in uno stadio semi-deserto a causa dell'emergenza coronavirus, prima di arrivare in Giappone nella giornata di venerdì. L'evento si è svolto intorno a mezzogiorno allo stadio Panatenaico di Atene, senza la presenza dei due atleti nipponici selezionati, la lottatrice Saori Yoshida e il judoka Tadahiro Nomura - entrambi medaglie d'oro ai giochi di Atene nel 2004. Al loro posto è stato organizzato un video messaggio, assieme a quello del presidente del Comitato organizzatore dei giochi, Yoshiro Mori, che ha ancora una volta ha ribadito la volontà del Giappone di ospitare i giochi secondo il calendario previsto, con l'accensione della fiaccola come da programma il 24 luglio allo Stadio olimpico di Tokyo.
    Al posto dei due atleti, c'era la nuotatrice olimpica giapponese e residente ad Atene, Naoko Imoto. La fiamma olimpica arriverà nella giornata di venerdì nella base aerea militare di Matsushima, nella prefettura di Miyagi, uno dei luoghi maggiormente colpiti dal triplice disastro del marzo 2011. La fiamma verrà dunque esposta per due giorni nelle regioni di Iwate e Fukushima per poi iniziare il suo viaggio lungo le 46 prefetture dell'arcipelago con partenza il 26 marzo dal J-Village di Fukushima, il luogo usato come centro di controllo durante l'emergenza del disastro nucleare. Per contenere il rischio una diffusione dei contagi del coronavirus l'evento per il benvenuto della fiamma olimpica che prevedeva la presenza di 200 bambini delle scuole elementari è stato cancellato. Almeno fino al primo aprile, inoltre, gli organizzatori hanno chiesto al pubblico di evitare assembramenti eccessivi di persone lungo il tragitto. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA