Coronavirus: Iss, da candeggina a alcol come difendersi

Lavaggio e disinfezione mani sono chiave per prevenire infezione

Redazione ANSA ROMA

 "L'uso di detergenti a base di alcol sono sufficienti a uccidere il virus" ed è sempre da ricordare "l'importanza di una corretta igiene delle superfici e delle mani", vera e propria "chiave per prevenire l'infezione".
    Andando incontro ai dubbi della popolazione, legati anche allo studio tedesco che avrebbe individuato una possibilità di resistenza per 9 giorni sugli oggetti, l'Istituto Superiore di Sanità (Iss), ha pubblicato un aggiornamento sul portale per risponde a tre frequenti domande su "Coronavirus e superfici", pur ricordando che la via di trasmissione principale sono le vie aeree, e non il contatto con oggetti contaminati.
    - L'alcol è efficace per disinfettare le superfici? Si, i disinfettanti contenenti alcol (etanolo) al 75% sono efficaci per distruggere il virus sulle superfici.
   - La candeggina è efficace per disinfettare superfici e pavimenti? I disinfettanti a base di cloro all'1% sono in grado di disinfettare le superfici distruggendo il virus.
   - Il lavaggio delle mani serve veramente per prevenire l'infezione da coronavirus? Il lavaggio e la disinfezione delle mani sono la chiave per prevenire l'infezione. Bisogna lavarsi le mani spesso e accuratamente con acqua e sapone per almeno 20 secondi. Se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcol con almeno il 60% di alcol. Il virus entra nel corpo attraverso gli occhi, il naso e la bocca, quindi evita di toccarli con le mani non lavate. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA