Scoperto un nuovo grave fattore di rischio per infarti e ictus, +50% possibilità

Complessa mutazione spiega gli attacchi in chi è apparentemente sano

Redazione ANSA WASHINGTON

Si chiama in sigla CHIP e e secondo molti e' la piu' importante scoperta in campo cardiologico da quella sull'uso delle statine per abbassare il colesterolo. CHIP e' infatti una complessa mutazione di alcune cellule staminali, che aumenterebbe i rischi di infarto e ictus del 40-50% tra i portatori:e sarebbe proprio l'anello mancante per spiegare i molti casi di infarto in persone apparentemente sanissime. CHIP appare cosi' un fattore di pericolo piu' significativo del colesterolo alto. A dedicare un ampio servizio ai vari recenti studi in materia e' oggi il New York Times.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA