Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cresce costo cibo, dieta sana negata per 3mld di persone

Cresce costo cibo, dieta sana negata per 3mld di persone

Fao, in Italia 1,7 milioni non hanno accesso a cibo di qualità

ROMA, 01 marzo 2023, 13:01

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nutrirsi in maniera sana è sempre più costoso, così più di 3 miliardi di persone nel mondo non possono permettersi un'alimentazione che fornisca i nutrienti necessari a una vita in salute. Il fenomeno, riguarda anche i Paesi ad alto reddito: in Italia sono 1,7 milioni le persone che non riescono ad accedere a un regime alimentare sano. È l'allarme lanciato dalla Fao (Food and Agriculture Organization) che ha sviluppato nuovi indicatori per monitorare il fenomeno.
    "Una dieta sana - spiega la Fao - fornisce non solo la quantità di calorie adeguate, ma anche i giusti tipi di nutrienti da una varietà di alimenti, come raccomandato dalle linee guida". Tra il 2019 e il 2020 la quantità di persone che non è riuscita a mangiare cibo di qualità è cresciuta di più di 112 milioni di unità nel mondo, raggiungendo i 3,1 miliardi. In più di 50 Paesi più della metà della popolazione non ha accesso a un'alimentazione di qualità e in 12 Paesi dell'Africa la quota supera il 90%.
    Tra i fattori che più hanno influito sul fenomeno, l'aumento dei prezzi ha giocato un ruolo di primo piano, con incrementi compresi tra il 2,5% e il 4% su base annua. Questi aumenti hanno portato il costo per persona di un giorno di dieta sana a 3,89 dollari in America Latina, a 3,72 dollari in Asia, a 3,46 dollari in Africa, a 3,19 in Nord America ed Europa a 3,07 dollari in Oceania.
    In Italia, la Fao stima che il costo per un'alimentazione sana è di 3,14 dollari al giorno per persona e circa 1,7 milioni di persone (il 2,9% della popolazione) non hanno accesso a una dieta salutare. Una quota più alta rispetto alla gran parte dei paesi europei: in Francia è lo 0,1% della popolazione, in Germania lo 0,2%, nel Regno Unito lo 0,5%, in Spagna il 2%.
    "Mettere fine alla fame, all'insicurezza alimentare e alla malnutrizione in tutte le sue forme (comprese la denutrizione, le carenze di micronutrienti, il sovrappeso e l'obesità) significa molto di più che garantire cibo a sufficienza per sopravvivere: ciò che le persone mangiano deve essere anche nutriente", ha affermato David Laborde, direttore della Divisione Economia Agroalimentare della FAO.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza