Carglass, secondo ricerca conoscenza ADAS è scarsa

Molti automobilisti ignorano importanza di ricalibratura

Redazione ANSA MILANO

Secondo una ricerca interna di Carglass, la conoscenza degli ADAS e della loro manutenzione è ancora insufficiente. Sono infatti oltre il 60 per cento degli affiliati Carglass quelli che giudicano scarsa la conoscenza degli ADAS da parte dei propri clienti e quasi il 90 per cento ritiene insufficiente la consapevolezza degli stessi in materia di ricalibratura. I due dati sono tra quelli più significativi scaturiti da una ricerca che il leader della riparazione e della sostituzione dei cristalli per auto, dal 2017 attivo anche nel mercato della carrozzeria, ha sottoposto ai 268 affiliati del suo network.

Se da un lato, infatti, continua la crescita importante degli interventi di ricalibratura ADAS (nel 2019 Carglass ha registrato un significativo +40 per cento rispetto al 2018 che va a sommarsi ad un +85 per cento 2018 su 2017), dall'altro la consapevolezza generale che gli automobilisti italiani hanno oggi di questi strumenti e dell'importanza della loro manutenzione per la sicurezza è ancora molto bassa. Un quadro non proprio confortante perché si inserisce in uno scenario automotive che prevede un parco circolante sempre più dotato di strumenti di assistenza alla guida.

Nel 2016 la percentuale di auto del parco circolante dotate di ADAS era leggermente inferiore al 5 per cento mentre nel 2024, secondo le previsioni, la percentuale salirà al 60 per cento, anche per via della proposta dell'Unione Europea secondo la quale alcuni ADAS diventeranno obbligatori a partire dal 2022. Tutte le auto di nuova immatricolazione dovranno avere di serie dispositivi come la frenata automatica di emergenza e il mantenimento della corsia. L'intesa raggiunta a Bruxelles, finalizzata ad aumentare la sicurezza alla guida, è stata accolta con grande favore anche dall'82 per cento di carrozzieri e dei tecnici affiliati vetri Carglass, secondo i quali, grazie all'introduzione di serie di questi dispositivi sarà possibile ridurre notevolmente gli incidenti stradali.

Occorre, fanno sapere da Carglass, investire in tecnologia e formazione per effettuare la corretta diagnosi ed eventualmente per eseguire una ricalibratura perfetta dei sensori e telecamere collegati agli ADAS: lo testimonia anche il 98 per cento degli affiliati Carglass che ritiene cruciale, sempre sencodo la ricerca interna svolta, l'aspetto educativo sia per il proprio lavoro quotidiano e sia per essere in grado di far comprendere all'automobilista l'importanza di una perfetta ricalibratura per la sua sicurezza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie