Matteo Tiraboschi designato alla presidenza della Brembo

Fondatore Alberto Bombassei ne diventerà presidente emerito

Redazione ANSA ROMA

Matteo Tiraboschi, attuale vice presidente esecutivo di Brembo, ne diventerà il presidente dal prossimo 17 dicembre, cioè da quando sarà sottoposta agli azionisti, in seduta straordinaria, la proposta di modificare lo statuto introducendo il ruolo del presidente emerito - che sarà ricoperto dal fondatore Alberto Bombassei - prevedendo la possibilità per il consiglio di amministrazione, di costituire un comitato di indirizzo strategico "dotato di funzioni propositive e consultive e chiamato ad esprimersi sulle linee strategiche e sulle azioni finalizzate allo sviluppo del gruppo Brembo". Il ruolo di Ceo continuerà ad essere affidato a Daniele Schillaci, che era entrato in carica il primo luglio 2019.
Nato a Bergamo nel 1967, Tiraboschi è dal 2011 vice presidente esecutivo del Gruppo Brembo e dal 2002, anno del suo ingresso in azienda quale presidente di una controllata, è membro del consiglio di amministrazione di Brembo SpA.

In azienda ha ricoperto cariche di crescente responsabilità anche a livello internazionale quale direttore di società estere, CFO ed investorrelator di Gruppo. Dopo la laurea in economia e commercio presso l'Università degli Studi di Bergamo e l'iscrizione, dal 1995, all'Ordine dei dottori commercialisti di Bergamo ed al registro dei revisori legali, Tiraboschi ha iniziato la sua attività professionale presso la sede di Milano di una delle principali società di revisione contabile rimanendovi per circa 4 anni.
Successivamente ha svolto per un decennio la professione di dottore commercialista, dedicandosi in particolare a ristrutturazioni di aziende in crisi, procedure fallimentari, fiscale e societario, ricoprendo altresì incarichi di consigliere e sindaco in diverse imprese industriali. Ha ricoperto la carica di consigliere d'amministrazione in due SPAC italiane e, dal gennaio 2017, è membro del consiglio di amministrazione del Politecnico di Milano.
 Alberto Bombassei ha detto di aver espresso da tempo "l'intenzione di rinunciare alle mie deleghe operative. Oggi, coerentemente con questa volontà, ho scelto di lasciare la carica di presidente. È un passo che compio con grande serenità.
Sono certo, infatti, di garantire a Brembo una guida sicura e soprattutto capace di affrontare con successo le nuove sfide che il settore della mobilità pone in questa fase di radicale trasformazione".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie