Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Veicoli commerciali: Unrae,+9,3% a gennaio dopo 11 mesi calo

Veicoli commerciali: Unrae,+9,3% a gennaio dopo 11 mesi calo

Il 41,4% mezzi ante euro 4, per rinnovo parco necessari 26 anni

TORINO, 14 febbraio 2023, 15:21

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Dopo 11 mesi di calo costante delle immatricolazioni, il mercato dei veicoli commerciali apre il 2023 con una inversione di tendenza e registra a gennaio - secondo le stime dell'Unrae - una crescita del 9,3%, con 13.264 immatricolazioni contro le 12.139 di gennaio 2022. La flessione del mercato durante quasi tutto il 2022 ha fatto avanzare il processo di invecchiamento del nostro parco circolante: a fine 2022, secondo gli ultimi dati, dei 4.227.000 veicoli, il 41,4% era composto da mezzi ante Euro 4, con un'età media del parco totale di 14 anni. "Con l'attuale trend delle immatricolazioni, per la sostituzione completa del parco circolante sarebbero necessari oltre 26 anni", commenta il presidente dell'Unrae, Michele Crisci. "Considerato che i veicoli commerciali elettrici puri sono oggi appena il 2,7% del mercato - aggiunge Crisci - per lo sviluppo della mobilità urbana delle merci a zero o bassissime emissioni è necessario puntare sull'estensione degli incentivi anche ad alimentazioni diverse dall'elettrico, compreso il diesel, a fronte di rottamazione, con importi decrescenti in funzione dell'alimentazione e della massa". Il presidente dell'Unrae ribadisce anche l'urgenza di "accelerare lo sviluppo della rete delle infrastrutture di ricarica, concedendo un credito d'imposta al 50% dal 2023 al 2025 per gli investimenti privati in ricariche fast da oltre 70 kw".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza