Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Autostrade: Aiscat, in prossimi 15 anni investimenti per 60 mld

Autostrade: Aiscat, in prossimi 15 anni investimenti per 60 mld

Digitalizzazione rete ma anche nuove corsie

ROMA, 25 gennaio 2023, 18:08

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

 I concessionari aderenti all'Aiscat hanno in programma investimenti "per circa 60 miliardi di euro nei prossimi 15 anni" per modernizzare le reti autostradali. Lo ha detto il presidente di Aiscat, Diego Cattoni, aprendo l'assemblea dell'associazione, spiegando che gli investimenti riguarderanno la "digitalizzazione" della rete ma anche la "costruzione di terze e quarte corsie".Con un'estensione complessiva di 6.077 km (pari all'87% circa dell'intero sistema autostradale italiano), le autostrade in concessione costituiscono il 3% della rete stradale primaria del Paese, ma assicurano un quarto della mobilità nazionale, a lungo, medio e corto raggio. "Rappresentano - ha ricordato Cattoni - la prima infrastruttura nazionale della mobilità". Un comparto che si trova alla vigilia di una vera e propria svolta. "Il settore della mobilità - ha osservato Cattoni - è oggi alla vigilia di quella che potrà essere una vera e propria rivoluzione come non si vedeva dal dopoguerra. L'evoluzione tecnologica, unita ad una nuova sensibilità sul fronte ambientale, permette di costruire fin da subito un futuro assai diverso dal presente che conosciamo e il comparto delle autostrade a concessione è in grado di garantire in tempi rapidi gli investimenti necessari senza gravare sulla fiscalità generale". Investimenti che non sono una novità: 28,1 miliardi di euro di investimenti nel periodo 2000-2021, 13,5 miliardi di euro di manutenzioni ordinarie nel periodo 2000-2019. "La novità - ha sottolineato il Presidente dell'Aiscat - sta non solo nella mole di potenziali nuovi investimenti, ma nel tipo stesso di investimento. Avremo certo nuove opere e l'ampliamento delle attuali, ma abbiamo la possibilità di pianificare la digitalizzazione della rete". Inoltre, il sostegno alla diffusione di veicoli elettrici, oggi a batteria e domani anche a idrogeno, "ci può permettere di ridurre drasticamente le emissioni inquinanti. Anche sul fronte della sostenibilità ambientale, il comparto autostradale sarà decisivo. Ciò che serve al settore - ha concluso Cattoni - è una semplificazione del quadro normativo, in modo che non possa rappresentare un freno alla capacità di investire del Paese".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza