Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

AsConAuto, dati in crescita nel bilancio di fine anno

AsConAuto, dati in crescita nel bilancio di fine anno

Volume di affari di oltre 848 milioni di euro, +16,34% sul 2021

ROMA, 25 gennaio 2023, 17:05

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

AsConAuto, l'Associazione Consorzi Concessionari Autoveicoli che ormai rappresenta più dell'80% cento dei concessionari italiani, chiude il bilancio 2022 in positivo a oltre 848 milioni di euro di volume di affari, corrispondente al +16,34% sul risultato dell'anno precedente nonostante l'anno appena trascorso sia stato particolarmente difficile per il mercato automotive. Lo si apprende da una nota.
    Soddisfatto il presidente di AsConAuto, Roberto Scarabel che definisce il risultato economico "davvero ragguardevole in un anno per noi operatori così difficile e irto di nuovi ostacoli ci conforta nello sviluppo futuro in positivo del nostro progetto, diventato un caso esemplare anche in Europa. I concessionari sono imprenditori e investono nel loro business per ottenere risultati economici. Il nostro - prosegue - è un mercato nel quale è difficile affrontare la transizione: la clientela ha meno disponibilità economica per cambiare l'auto anche a causa dell'inflazione, del conseguente caro vita e del clima di incertezze collegato alla guerra in Ucraina. Senza considerare che oggi le auto costano di più, soprattutto quelle elettriche: gli sconti sono diminuiti per mancanza di prodotto.
    La clientela italiana, di necessità, fa ricorso alla manutenzione dell'auto e l'offerta del ricambio originale è sempre più apprezzata per sicurezza e garanzie proposte. Le innovazioni fornite dal nostro sistema a un numero crescente di autoriparatori presenti sull'area geografica di riferimento - conclude - confermano un consolidato legame di fidelizzazione: un patrimonio di reputazione e di affidabilità professionale, che ci conforta nell'operare e produrre risultati crescenti. E i risultati economici ottenuti sono incoraggianti".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza