Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mercato mezzi trainati -6% a dicembre ma +11,6% nel 2022

Mercato mezzi trainati -6% a dicembre ma +11,6% nel 2022

Unrae, priorità a rinnovo del parco e apertura agli Eurotrailer

TORINO, 23 gennaio 2023, 16:39

Redazione ANSA

ANSACheck

archivio - RIPRODUZIONE RISERVATA

archivio - RIPRODUZIONE RISERVATA
archivio - RIPRODUZIONE RISERVATA

Il mercato dei mezzi trainati chiude l'anno con una battuta d'arresto, facendo registrare a dicembre una flessione del 6% rispetto allo stesso mese del 2021. Il 2022 si conferma comunque in crescita rispetto all'anno passato: negli ultimi dodici mesi, infatti, sono stati immatricolati 16.754 rimorchi e semirimorchi contro i 15.007 dello stesso periodo del 2021 (+11,6%). La stima è sono del Centro Studi e Statistiche dell'Unrae sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti "Accogliamo positivamente i numeri del mercato del 2022, sebbene a causa delle inefficienze che hanno colpito la produzione e dei ritardi nella consegna dei veicoli, la crescita delle immatricolazioni di quest'anno sia stata determinata in larga parte da ordini acquisiti nel 2021" commenta Michele Mastagni, coordinatore del gruppo Rimorchi, Semirimorchi e Allestimenti dell'Unrae. "Crediamo che, alla luce della perdurante carenza di componentistica e della cronica mancanza di manodopera nella produzione, un riequilibrio delle tempistiche per l'evasione degli ordini si registrerà solo nel secondo semestre 2023. Per il nuovo anno chiediamo al Governo di continuare a incentivare l'acquisto di nuovi veicoli, adeguando i contributi ai palesi rialzi inflazionistici, favorendo il rinnovo del parco circolante italiano, uno dei più vetusti e insicuri d'Europa.Ribadiamo, inoltre, la necessità di arrivare a una soluzione per l'immatricolazione e la circolazione su strada di veicoli trainati allungati del tipo Eurotrailer".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza