Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Giappone, immatricolazioni auto ai minimi in 45 anni

Giappone, immatricolazioni auto ai minimi in 45 anni

Criticità da logistica in Cina e insufficienza chips

TOKYO, 05 gennaio 2023, 15:31

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Mai così basse negli ultimi 45 anni le vendite di nuove auto in Giappone, a causa dell'insufficienza di semiconduttori e le criticità della logistica per l'intero settore in Cina. Nell'intero 2022 le immatricolazioni si sono assestate a poco più di 4 milioni e 200mila unità, ai minimi dal 1977, con un calo del 5,6% rispetto all'anno prima.
    L'impossibilità di reperire chips per il comparto automotive, e le prolungate restrizioni anti-Covid decise da Pechino hanno forzato le principali case auto nipponiche a rivedere i processi produttivi, mentre ancora non si intravede una soluzione nel breve termine. Nello specifico la Toyota ha registrato una flessione del 12,45 a 1,21 milioni, Nissan un meno 0,8% e a 272mila veicoli, e Honda -1,9% a 269mila unità. Secondo i dati combinati dei sei maggiori produttori giapponesi, che includono Mazda, Mitsubishi e Subaru, le vendite negli Stati Uniti sono diminuite del 17,9% nel 2022 a 4.758.600 autovetture. Al contrario, la statunitense General Motors, con un incremento del 2,5% dei volumi di vendita sul mercato nord-americano ha superato la Toyota, che ha invece registrato un rallentamento del 9,6%.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza