Mercedes eSprinter, nasce la prima ambulanza 100% elettrica

Allestita in Germania affronta test in vista della produzione

Redazione ANSA ROMA

Nel pieno rispetto della roadmap stabilita all'interno del programma di elettrificazione della gamma dei veicoli commerciali Mercedes prosegue, assieme a carrozzieri e allestitori, lo sviluppo della futura generazione eSpinter. Questa inedita tipologia di furgoni e di telai cabinati, che entrerà in regolare produzione nella seconda metà del 2023 a Charleston, Duesseldorf e Ludwigsfelde, proporrà prerogative che sono state definite in stretta collaborazione con i clienti durante il processo di sviluppo e che sposteranno ancora più in alto l'asticella nell'ambito dei veicoli commerciali 'green'.
    Con tre tipi di batterie e numerose varianti di carrozzeria, l'eSprinter di nuova generazione sarà il compagno di lavoro perfetto praticamente in qualsiasi attività, non solo in Europa, ma anche negli Stati Uniti e in Canada. Rispetto all'attuale eSprinter, la portata sarà più che raddoppiata a seconda della configurazione e la capacità di carico aumenterà fino al 50%.
    Intanto, nell'ambito della definizione delle caratteristiche del futuro eSprinter in rapporto ai diversi allestimenti ed alle applicazioni speciali, è entrata in servizio in Germania nel distretto di Dahme-Spreewald la prima ambulanza completamente elettrica realizzata sulla base dell'attuale eSprinter dallo specialista Ambulanz Mobile GmbH & Co. KG che da 30 anni sviluppa veicoli speciali a Schönebeck.
    Una prima fase di test, della durata di tre mesi, sarà gestita dalla Johanniter-Unfall-Hilfe e.V. Regionalverband Südbrandenburg, con regolare personale dei servizi di emergenza e in normali condizioni d'impiego. La fase di progettazione e di sviluppo della prima ambulanza completamente elettrica ha comportato diverse sfide, tra cui quella di non superare il peso totale massimo consentito di 3,5 tonnellate.
    Oltre alla batteria che aziona il veicolo, è installato anche un dispositivo di accumulo di energia, del peso di 200 kg, in grado di fornire al comparto per il trasporto del paziente 9 kWh di elettricità. Questo può essere raffreddato o riscaldato a seconda delle necessità. Per poter rispettare il peso totale massimo consentito, Ambulanz Mobile ha dunque dovuto prestare grande attenzione al contenimento del peso durante l'allestimento dell'ambulanza. Tra le altre cose è stato utilizzato il nuovo sistema ultrapiatto di luci lampeggianti blu Valeris - sviluppato internamente da Ambulanz Mobile - che pesa circa 15 kg in meno rispetto ad altre installazioni luminose convenzionali e che grazie al design innovativo riduce la resistenza aerodinamica durante la guida.
    Altro elemento costruttivo leggero è ll sistema di supporto della barella realizzato in plastica speciale e più leggero di 45 kg rispetto ai tradizionali cuscinetti per barelle. L'ambulanza puramente elettrica è particolarmente indicata per operare in ambito urbano, poiché ogni azione frenante garantisce il recupero dell'energia. Il veicolo ha attualmente un'autonomia da 100 a 120 kg e può essere utilizzato fino a 8 ore. Con la fase di test Ambulanz Mobile mira ad ottenere informazioni più precise sul consumo energetico del veicolo e migliorare assieme a Mercedes l'efficienza del veicolo o, se possibile, ridurre massa e ingombri delle batterie.   
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie