Yamaha, 2020 chiuso con primo posto in mercato moto

Cinque i modelli inseriti nella top 20 dell'anno passato

Redazione ANSA MILANO

Il 2020 di Yamaha si è chiuso in Italia con il primo posto nel mercato moto. Per la seconda volta, negli ultimi 5 anni, il costruttore di Iwata si è infatti imposto nel settore delle due ruote a motore, questa volta con cinque modelli che sono finiti nella top 20 di vendite (Tracer 900 Tenéré 700 MT-07 MT-09 Tracer 700) e 11.822 unità immatricolate, pari a +1,35% rispetto all'anno precedente e a fronte di un mercato che perde il 5,1%. Nel segmento scooter occupa la quarta posizione, con una crescita che segna un + 5,06%, in controtendenza rispetto ad un mercato che si attesta a -9,8%. "Siamo davvero orgogliosi - ha dichiarato Andrea Colombi, country manager di Yamaha in Italia - di questo risultato ottenuto in un anno durante il quale c'è stata particolare attenzione al tema della mobilità.

È evidente che i clienti abbiano capito il valore del prodotti e gli elementi che ci caratterizzano: modelli divertenti e affidabili, prezzi giusti, servizi, trasparenza, valore dell'usato e un'esperienza complessiva unica attraverso la rete dei concessionari ufficiali. Sono sicuro che il 2021 ci vedrà ancora protagonisti con una gamma totalmente rinnovata e più ricca in tutti i contenuti". Assieme al prodotto su sue ruote, Yamaha ha affrontato il 2020 anche con una serie di attività e servizi collaterali alla vendita del prodotto, dal fast rent #ripartoano, alle nuove formule di mobilità on demand, passando per le soluzioni di finanziamento EasyGo che permettono l'acquisto con rate accessibili e di conoscere subito il Valore Futuro Garantito (VFG) del veicolo al termine del contratto, oltre al lancio dell'e-commerce, l'estensione del periodo di garanzia, il percorso di digitalizzazione dei dealer.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie