Ducati Panigale V4, Superleggera e in chiave racing

La Ducati più tecnologica di sempre prodotta in 500 esemplari

Redazione ANSA MILANO

La Panigale V4 diventa Superleggera, la più potente e tecnologicamente avanzata due ruote mai prodotta da Ducati. Dopo averla mostrata in anteprima ad una selezione dei suoi clienti più appassionati, la casa di Borgo Panigale ha presentato ufficialmente la nuova Superleggera V4, realizzata in serie limitata e numerata di soli 500 esemplari per tutto il mondo. La Superleggera V4 è l'unica moto al mondo, omologata per uso stradale, con tutta la struttura portante della ciclistica (telaio, telaietto, forcellone e cerchi), realizzata in materiale composito, ottenendo, per questi soli componenti, un risparmio di peso di 6.7 kg. Le misure della ciclistica sono state modificate per ottimizzare l'utilizzo in pista allungando il forcellone.

Il risultato complessivo è una capacità di decelerazione senza paragoni, una grande velocità di discesa in piega e una spiccata tendenza della moto a chiudere le traiettorie in uscita di curva. Il livello delle prestazioni raggiunto è altissimo: Alessandro Valia, tester ufficiale di Ducati, ha portato la moto, con il kit racing e pneumatici slick, al circuito di Mugello in 1'52"45, a meno di due secondi dal tempo della Panigale V4 R SBK vincitrice con Michele Pirro nel CIV 2019.

Molti componenti sono realizzati in fibra di carbonio, modellata in forme aerodinamiche avanzate. Tra questi la carenatura, che raggiunge livelli di efficienza superiori a quelli delle attuali MotoGP, limitate in questo dall'attuale regolamento tecnico.

Grazie alle appendici aerodinamiche biplano ispirate dalla Ducati MotoGP 2016, la più performante in questo campo, è in grado di garantire un carico verticale di 50 kg di 'downforce' a 270 km/h, 20 Kg in più rispetto a quello prodotto dalle ali della Panigale V4 MY20 e V4 R. Questo carico migliora l'accelerazione contrastando la tendenza ad impennare ed aumenta la stabilità in frenata. Sotto la pelle di carbonio si nasconde il Desmosedici Stradale R più potente e leggero. Il V4 di 90° da 998 cm3 della Superleggera V4 pesa 2,8 kg in meno rispetto al V4 da 1.103 cm3 e, grazie allo scarico omologato Akrapovič, raggiunge una potenza di 224 CV in configurazione stradale (valore riferito all'omologazione EU), che diventano 234 CV montando lo scarico per uso pista Akrapovič realizzato in titanio, incluso nel Racing Kit fornito insieme alla moto. La connotazione racing del motore è enfatizzata dall'utilizzo della frizione a secco e dalla regolazione manuale del sistema desmodromico della distribuzione realizzata per ogni esemplare.

Anche i controlli elettronici sono stati evoluti in ottica puramente racing. I parametri di funzionamento di questi sono associati di default a tre Riding Mode riprogrammati e con denominazione specifica (Race A, Race B e Sport). Inoltre per la prima volta si aggiungono cinque Riding Mode personalizzabili con i propri settaggi preferiti. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie