Bmw adotta vernici con biomasse come base anziché petrolio

Le emissioni di CO2 del processo possono essere ridotte del 40%

Redazione ANSA ROMA

Bmw Group sarà il primo produttore automobilistico al mondo a utilizzare nei suoi stabilimenti europei vernici opache che utilizzano come base le biomasse anziché derivati del petrolio. Come elementi di partenza per questi nuovi smalti - svela una nota della Casa di Monaco - si fa ricorso a materie prime rinnovabili come i rifiuti organici o i rifiuti degli impianti di trattamento delle acque reflue.
Già oggi gli stabilimenti di Lipsia e Rosslyn (Sud Africa) utilizzano una protezione anticorrosione prodotta in modo sostenibile. Con questo cambiamento si potranno ottenere - calcolando l'impatto da oggi al 2030 - risparmi di CO2 dell'ordine di oltre 15.000 tonnellate di emissioni. Con questo processo di produzione sostenibile le emissioni di CO2 generate dalla produzione di vernici arrivano infatti a superare il 40%. "Riducendo il nostro uso di materie prime fossili - ha detto Joachim Post, membro del board di Bmw AG con responsabilità degli acquisti e della rete dei fornitori - possiamo conservare le risorse naturali e ridurre allo stesso tempo le emissioni di CO2. Per raggiungere questo obiettivo, ci affidiamo sempre più alle innovazioni di sostenibilità nella nostra rete di fornitori".
Proprio Post spiega che "le vernici innovative a base di materie prime rinnovabili sono un passo importante in questa direzione con le risorse fossili che vengono sostituite da rifiuti organici".
L'innovativo processo di produzione realizzato da BASF per Bmw consente di sostituire i precursori a base di petrolio, come la nafta, con materie prime rinnovabili provenienti da rifiuti organici, a partire dalle prime fasi della produzione delle vernici. Ciò non solo riduce il consumo di risorse fossili, ma evita anche le emissioni di CO2 associate alla produzione, al trasporto e alla lavorazione del petrolio greggio.
La protezione dalla corrosione e le vernici opache utilizzate negli stabilimenti del Bmw Group di Lipsia e Rosslyn sono chimicamente identiche alle vernici utilizzate in precedenza, con tutte le stesse proprietà dei rivestimenti per carrozzeria fabbricati in modo convenzionale.
Poiché i rivestimenti a base biologica e convenzionali sono applicati sulla stessa linea di verniciatura, BASF adotta un approccio di bilancio di massa certificato esternamente. Si calcola che la quantità di vernice acquistata dal BMW Group sia esattamente equivalente alla quantità di bio-nafta e bio-metano che sarebbe necessaria per una produzione al 100% senza petrolio. .
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie