Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Auto abbandonate su terreno, sequestrato centro demolizione

Auto abbandonate su terreno, sequestrato centro demolizione

Scoperto nel lametino da Guardia costiera e Guardia di finanza

LAMEZIA TERME, 05 maggio 2023, 11:31

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un centro per la demolizione e rottamazione di auto e tutta l'area dell'impianto, pari a 11 mila metri quadri, è stato sequestrato nel lametino perché privo delle autorizzazioni ambientali necessarie. Secondo gli accertamenti, era stata realizzata, di fatto, una discarica a cielo aperto con gravi rischi per l'ambiente.
    L'impianto è stato individuato nel corso di accertamenti compiuti dalla Guardia costiera di Vibo Valentia, dal Gruppo di Lamezia Terme della Guardia di finanza e dai militari della sezione di pg "aliquota ambiente e territorio" della Procura di Lamezia Terme, coadiuvati da tecnici dell'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente della Calabria con il coordinamento della Procura di Lamezia Terme.
    All'interno dell'area dell'impianto, i militari hanno trovato tonnellate di rifiuti pericolosi di cario genere tra i quali pneumatici fuori uso, sedili, tappezzeria, plastiche varie, trasformatori, parti di automobili, olii esausti e centinaia di veicoli in disuso abbandonati senza avere tolto il carburante.
    La discarica, secondo l'accusa, sarebbe stata estesa anche al di fuori dell'area interna all'impianto estendendosi su vari terreni privati. Il tutto a ridosso di un torrente le cui acque sfociano nel Golfo di Sant'Eufemia con elevati rischi di inquinamento, anche della falda sottostante. Per questo motivo sono in corso accertamenti tecnici da parte dell'Arpacal per verificare se il deterioramento dei terreni e delle acque superficiali sia tale da rappresentare un danno ambientale.
    A conclusione degli accertamenti, quindi, l'intera area è stata sequestrata insieme a due fabbricati e tutta l'attrezzatura utilizzata per la demolizione e il recupero di parti di auto e quattro persone sono state denunciate per violazioni in materia ambientale ed urbanistico-edilizia.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza