Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Firenze 13% incidenti con pedoni, 638mila euro sicurezza

A Firenze 13% incidenti con pedoni, 638mila euro sicurezza

Inviati a Mit progetti per messa in sicurezza attraversamenti

FIRENZE, 15 aprile 2023, 17:25

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

A Firenze, nei quattro anni 2017, 2018, 2019 e 2022 (escludendo gli anni del Covid), ci sono stati 12.994 incidenti stradali e di questi il 13% ha riguardato i pedoni. Lo rivela un report della direzione mobilità di Palazzo Vecchio. Alla luce di questi dati, spiega il Comune in una nota, l'assessore Stefano Giorgetti ha deciso di effettuare un investimento di circa 638mila euro per aumentare la sicurezza stradale dei pedoni nelle strade più a rischio. Secondo il report, la maggioranza dei sinistri di pedoni (il 65% del totale) sono investimenti sugli attraversamenti pedonali e riguardano soprattutto persone anziane (174 nella fascia di età degli ottantenni) o ventenni (167 casi). Tra i motivi dell'incidente, nell'80% dei casi la persona ha agito correttamente. Per quanto riguarda le risorse, Palazzo Vecchio insieme ad altri 13 grandi comuni risulta assegnatario di uno specifico finanziamento del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti destinato a interventi di sicurezza stradale. Con la delibera approvata dalla giunta comunale in una delle ultime sedute, i progetti vengono inviati al Mit che poi deve dare il via libera per poi passare alla stipula dell'apposita convenzione su modi e tempi di erogazione delle risorse e attuazione degli interventi. Il programma inviato a Roma prevede, dove possibile, l'installazione di impianti semaforici, e in altre strade considerate pericolose interventi come il restringimento della carreggiata, l'ampliamento dei marciapiedi, il rialzamento del passaggio pedonale, segnali luminosi, isole salvapedone nella mezzeria. "La sicurezza stradale - dice Giorgetti - è una priorità dell'amministrazione. Tutelare i pedoni significa difendere i soggetti più deboli che si trovano sulla strada e che devono avere a disposizione la possibilità di attraversare in modo sicuro le carreggiate, così da diminuire gli incidenti"
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza