Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Audi House of Progress a Milano, torna in corso Venezia 11

Audi House of Progress a Milano, torna in corso Venezia 11

Installazione The Domino Act su impegno nell' economia circolare

MILANO, 14 aprile 2023, 10:27

Redazione ANSA

ANSACheck

Audi House of Progress a Milano, torna in corso Venezia 11 © ANSA/Audi

Audi House of Progress a Milano, torna in corso Venezia 11 © ANSA/Audi
Audi House of Progress a Milano, torna in corso Venezia 11 © ANSA/Audi

In occasione del Fuorisalone, durante la Design Week di Milano in concomitanza con il Salone del Mobile, Audi torna con la sua House of Progress in un luogo storico per il rapporto tra la Casa dei Quattro Anelli e la città, l'ex Palazzo Arcivescovile in corso Venezia 11.
L'esclusivo palazzo storico dove è presente quest'anno l'hub della Casa dei Quattro Anelli - dove design, ricerca e innovazione prendono forma - dopo le precedenti installazioni Audi è però diventato l'hotel super lusso Portrait Milano che, dopo la trasformazione da parte dell'architetto Michele Lucchi, occupa il prestigioso spazio di corso Venezia 11.
Alla Audi House of Progress, che apre dal 17 al 23 aprile, il pubblico del Fuorisalone avrà la possibilità di fare un viaggio nell'economia circolare alla scoperta dei valori Audi che guidano la road map del brand verso la carbon neutrality. Nel cortile interno, denominato piazza del Quadrilatero, la trasformazione in un suggestivo e inedito spazio espositivo per Audi è dominata dall'installazione 'The Domino Act' del designer Gabriele Chiave con Controvento.
La grande pedana colonnata circolare accoglierà in anteprima assoluta per il pubblico italiano, la concept car Audi Skysphere, l'avveniristica roadster full electric - caratterizzata dal passo variabile - a simboleggiare come progresso tecnologico ed emozione possano nascere da un approccio totalmente sostenibile basato sull'economia circolare.
L'installazione riprende il concetto di circolarità che sta alla base del progresso Audi. Reinterpretazione artistica del concetto della sostenibilità attraverso quello del 'domino' e sintesi dell'approccio Audi al futuro della mobilità, 'The Domino Act' sottolinea come la decisione in un ambito strategico possa innescare un processo virtuoso impattando sugli altri. Un processo intrapreso dal brand dei Quattro Anelli che prevede di estendere la produzione carbon neutral dagli attuali 4 siti produttivi a tutti gli impianti entro il 2025 e ad ampliare nei prossimi 3 anni la gamma full electric con più di 10 nuovi modelli. A tal fine Audi ha reingegnerizzato l'intero processo produttivo partendo dalle fonti rinnovabili e dalle materie prime, attraversando la supply chain fino ad incidere sul fine ciclo di vita delle vetture. Strategia che potrà essere approfondita all'Audi House of Progress grazie all'interazione con display tattili integrati nell'installazione, per una rappresentazione immersiva della circular economy Audi. Il visitatore potrà così entrare in contatto con la mission e i valori del Marchio approfondendo le tematiche dei cicli chiusi delle materie prime a elevato impatto energetico. Per il brand dei Quattro Anelli, infatti, il progresso non consiste solo nell'introduzione di vetture full electric su strada. Audi è tra i primi costruttori ad aver aderito all'accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, adottando numerose iniziative volte a ridurre le emissioni di CO2, puntando a un bilancio carbon neutral di tutte le attività della marca entro il 2050. Il programma Audi Mission:Zero si concentra sulla decarbonizzazione dell'intera catena di produzione, sullo sviluppo del ciclo chiuso per alluminio, acciaio, acqua e plastica, e nel ridurre al minimo il fabbisogno idrico implementando lo stoccaggio dell'acqua piovana ed estendendo il ciclo chiuso dell'acqua a tutti i siti produttivi. Attraverso i modelli presenti all'House of Progress, Audi dimostra con esempi pratici l'impegno per il risparmio delle risorse, la conservazione e il riciclo dei materiali lungo tutto il ciclo del prodotto. Attraverso ad esempio il ciclo chiuso della plastica, che consente il riciclaggio della plastica nella produzione.
O con il programma che riguarda il vetro, attraverso il progetto pilota per la re-immissione dei parabrezza danneggiati delle vetture nella produzione con un risparmio fino al 30% di CO2 e fino al 90% di acqua per ogni parabrezza riciclato.
Ma anche con il Water Stewardship Program con il quale Audi identifica i rischi idrici rilevanti nella catena di fornitura e collabora con i fornitori su soluzioni pratiche per ridurre il consumo di acqua; o ancora attraverso modalità di riutilizzo delle batterie quali i sistemi di accumulo di energia o le stazioni di ricarica rapida per i veicoli elettrici.
Il risparmio di risorse punta anche sul ciclo chiuso delle parti usate, che tende ad estendere il ciclo di vita dei componenti selezionati prima di inviarli al processo di riciclo.
Le ricerche Audi dimostrano infatti che esistono grandi opportunità per l'uso esteso dei componenti dei veicoli elettrici a batteria. Ogni motore elettrico viene così esaminato singolarmente, con l'obiettivo di riutilizzare il maggior numero di parti possibile.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza