Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mazzette motorizzazione, finisce in carcere un funzionario

Mazzette motorizzazione, finisce in carcere un funzionario

Ai domiciliari comunicava con un'indagata

PALERMO, 09 aprile 2023, 18:13

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il gip di Palermo Filippo Serio had isposto gli arresti in carcere per il funzionario della motorizzazione Luigi Costa, 58 anni, accusato di corruzione e accesso abusivo al sistema informatico. Costa, cui gli agenti hanno trovato in casa oltre mezzo milione di euro in contanti, era finito ai domiciliari nel corso di un'inchiesta della polizia stradale sulle mazzette alla motorizzazione per garantire una corsia preferenziale ad alcune agenzie per le immatricolazioni delle auto, le pratiche di collaudo e la duplicazione delle carte di circolazione. L'aggravamento dei domiciliari è stato deciso perché l'indagato, come accertato dalla sezione della polizia giudiziaria della polizia stradale, avrebbe continuato a comunicare con un'altra indagata tramite un'utenza telefonica intestata alla figlia. Nel corso dell'operazione 21 tra funzionari e gestori di agenzie di pratiche automobilistiche sono finite indagati: otto funzionari della motorizzazione civile e altri 13 responsabili di alcune agenzie di disbrigo pratiche. Sono state segnalate "reiterate violazioni delle prescrizioni imposte dal giudice compiute da Costa che avrebbe utilizzato una utenza telefonica intestata alla figlia per comunicare con terze persone non conviventi.
    Avrebbe contattato quasi quotidianamente un'utenza intestata alla Regione siciliana ma in uso a un'indagata nel presente procedimento". A inchiodarlo sono state alcune intercettazioni dalle quali è emerso "l'utilizzo di sistemi di comunicazioni alternativi con la complicità dei familiari".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza