Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Coop si racconta in un film, è 'ritorno alle origini'

Coop si racconta in un film, è 'ritorno alle origini'

On air dal 16 aprile campagna 'insieme' firmata I'm not a robot

MILANO, 14 aprile 2023, 15:00

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un piccolo gesto che, se compiuto da moltitudini, può fare la differenza: è questo il messaggio scelto da Coop per raccontarsi in un film che ha il sapore di un 'ritorno alle origini'.
    La pellicola vuole essere un viaggio per riaffermare l'identità dell'organizzazione, fatta di una comunità di oltre 6 milioni di soci, i cui punti vendita sono solo la porta di ingresso; sarà on air dal 16 aprile sulle principali reti televisive. Firmata dall'agenzia creativa I'm not a robot, la nuova campagna identitaria dal titolo 'Insieme' punta sulla partecipazione e aggiunge un ulteriore tassello alla lunga storia pubblicitaria della società: dagli 'spot-non spot' di Ugo Gregoretti, all'autoironia del Tenente Colombo, agli intellettualismi 'alleniani', fino alla testimonial d'eccezione Luciana Littizzetto.
    Poi, dal 2019, sono arrivate le storie del 'carrello', archetipo della grande distribuzione, reinterpretato come piccolo grande eroe in grado di compiere atti virtuosi. Si parte dal consumismo degli anni Settanta per arrivare alla "buona spesa che può cambiare il mondo", l'attuale posizionamento di Coop, in cui il carrello diventa lo strumento a disposizione di soci e consumatori per fare scelte che indirizzino positivamente il mercato.
    Per il presidente Ancc-Coop e Coop Italia, Marco Pedroni, si tratta di una "scelta coraggiosa" poiché "In un momento di difficoltà dove l'inflazione continua a mordere il carrello della spesa riteniamo indispensabile e necessario riaffermare i valori e la nostra identità: solo ripartendo da questo modo di porsi e di intendere la società le nostre cooperative ne trarranno giovamento e manterremo la sintonia necessaria sia con chi già fa parte del nostro mondo che con altri che vorranno avvicinarsi a noi e seguirci".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza